BLOG | …E scoprire che c’è una banda musicale del Brasile intitolata a un biscegliese

BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 4 settembre 2016

BLOG | …E scoprire che c’è una banda musicale del Brasile intitolata a un biscegliese

Video: La Banda ricorda Frei Josè, al secolo Giuseppe Preziosa

Mario
Evidentemente le persone che hanno costruito un pezzetto di storia del progresso umano, si scoprono un poco alla volta.
Sta diventando così con Frei Josè, al secolo Giuseppe Preziosa nato a Bisceglie e frate missionario in Brasile, morto nel 2010. Cenni della sua biografia li ho scritti in un pezzo del blog di qualche tempo fa.
Le scoperte, dicevo. Ho scoperto che Frei Josè non è stato solo un religioso missionario che ha aiutato tanta povera gente. È stato un uomo che ha guidato grandi trasformazioni sociali. Pinheiro, la città dello stato del Maranhao dove si era insediato negli anni ’50 il suo ordine, ha visto nascere grazie anche a lui la scuola più importante di quella regione.
«Buona parte della attuale classe dirigente maranhense ha studiato lì», racconta il mio amico fraterno Nino Ciliento, già missionario laico nella vicina città di Santa Helena, città dove ha vissuto un altro missionario biscegliese ora proprio a Pinheiro: don Mario Pellegrino.
«Era anche un intimo amico di Josè Sarney». E lì la sorpresa è stata grande. Per chi come me ama e conosce da straniero il Brasile, sa che personaggio è Sarney. Un politico di lungo corso nato proprio a Pinheiro, per tre volte presidente del Senato e soprattutto presidente della Repubblica brasiliana dal 1985 al 1990, non eletto in quanto assunse la carica dopo la morte di Tancredo Neves (era il suo vice). Personaggio controverso, certo, come qualsiasi politico con quel curriculum.
«Frei Josè era un sant’uomo ma era anche una potenza! Realizzava le sue opere a favore degli ultimi della terra, rivolgendosi senza timore e senza riserve idealiste agli uomini di potere», mi racconta ancora Nino. Qualche indizio sulla effettiva misura di un uomo come Frei Josè la ebbi proprio quando stavo scrivendo il precedente pezzo su di lui in questo blog. Mettendomi a fare ricerche in rete, scopro su Youtube una banda musicale di Pinheiro intitolata a Frei Josè. Ho voluto aspettare di avere l’assoluta certezza che fosse proprio intitolata al frate biscegliese.
Un uomo dunque che ha lasciato un segno forte in una porzione di umanità, sebbene lontana dalla sua terra natale. Ma certe opere, certe storie, non possono avere barriere. Fosse ancora in vita, bisognerebbe dargli il premio “A da mast”. La Diocesi intanto aspetta una risposta dal Comune di Bisceglie, circa la richiesta di intitolare una strada a questo biscegliese illustre.
Godetevi questo breve video. La forza della vita esemplare di Frei Josè si esprime anche con la musica.

Mario Lamanuzzi

Chi è Mario Lamanuzzi

Da oltre 25 anni si occupa di giornalismo locale. Cofondatore de "La Diretta", nel 1999 ha fondato “Bisceglie quindici giorni”, dirigendolo fino al 2003. Ha diretto, in passato, anche i portali Bisceglielive e Molfettalive.




BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 4 settembre 2016