BLOG | Dolcenera

BLOG / Il manicomio // Scritto da Fabrizio Ardito // 19 luglio 2016

BLOG | Dolcenera

“Tutto il mondo è come casa”. E anche in queste circostanze il detto resta valido…

«Guardala che arriva, guarda com’è-com’è.
Guardala come arriva, guarda che è lei-che è lei.
Guardala come arriva, guarda-guarda com’è.
Guardala che arriva, che è lei-che è lei.

Acqua che non si aspetta, altro che benedetta,
Acqua che porta male sale dalle scale, sale senza sale, sale.
Acqua che spacca il monte, che affonda terra e ponte…»

De André scrisse Dolcenera per la tragica alluvione di Genova del ’70, ma da allora poco sembra cambiato: quando piove tanto Genova si allaga perché i torrenti esondano dai canali. Anche da noi quando piove tanto l’acqua sale e sale, provocando danni all’agricoltura, all’industria e alle persone. Poi ci sono le “sciagure“, eventi tragici ma così pieni di coincidenze da sembrare inevitabili. Come lo scontro sulla Andria-Corato. Ed è proprio qui che ci sbagliamo: non sono inevitabili e i piani per scongiurarli ci sono. Solo che non sono applicati.

Ma cosa collega questa sciagura con Reggio Emilia e con l’Italia del nord? Molto più di quanto pensate: nel reggiano c’è la tratta Reggio-Ciano d’Enza, che per certi versi è in condizioni peggiori della Andria-Corato. Ma allora cosa vanno blaterando qui al nord?

Il manicomio logo

Fabrizio Ardito

Chi è Fabrizio Ardito

Giornalista pubblicista dal 2012, è studente di Marketing e Comunicazione. E' l'ispiratore dello spazio web del giornale cartaceo (all'inizio per l'allora Diretta Nuova, ora Bisceglie in Diretta), di cui è stato responsabile. Tra i suoi interessi ci sono la Politica, la Comunicazione, la Statistica, l'Astronomia e l'Informatica. Attualmente è redattore di Bisceglie in Diretta.




BLOG / Il manicomio // Scritto da Fabrizio Ardito // 19 luglio 2016