BLOG | Buonanotte olimpico – 3

Attualità / BLOG / BUONANOTTE // Scritto da Vito Troilo // 8 agosto 2016

BLOG | Buonanotte olimpico – 3

L’Italia fa sul serio. Che emozione per l’oro del Kosovo

Blog Vito
Cinque medaglie per l’Italia, due delle quali d’oro. La seconda giornata dei Giochi di Rio de Janeiro è stata decisamente colorata d’azzurro, al punto da minimizzare, con l’entrata nel vivo delle gare di nuoto, la prevedibile irruzione degli Stati Uniti in testa al computo complessivo di ori, argenti e bronzi conquistati. L’altro dato rilevante è che, nonostante tutto, la Russia ha racimolato cinque medaglie mentre sembra già delineata la storica tendenza del Giappone a mettere insieme piazzamenti: i nipponici sono già a quota sei bronzi…

Ho subito pensato al maestro Giulio Valente della palestra Hajime (già Gival Club) quando Fabio Basile e Odette Giuffrida si sono qualificati per le finali nelle rispettive fasce di peso, assicurandosi la certezza di una medaglia. Giulio, dobbiamo fare di tutto per portare questi due fantastici atleti a Bisceglie e promuovere il judo, una disciplina che merita grandi attenzioni e di cui mi sono divertito a spiegare, in redazione, alcuni dettagli. Le arti marziali sono molto amate e praticate sul nostro territorio e la notizia dell’ingresso del karate nella famiglia olimpica ha scatenato la comprensibile e condivisibile gioia: allenarsi sapendo che la massima aspirazione possibile di ciascun atleta è finalmente raggiungibile moltiplicherà le forze. Ne sono certo.

Ha commosso e non poco ascoltare l’inno e seguire con lo sguardo la bandiera del Kosovo issarsi sulle altre durante la premiazione di Majlinda Kelmendi, che ha regalato la prima grande gioia sportiva, nello storico debutto, al settimo stato sorto dalla disgregazione della Jugoslavia. Soltanto la Bosnia-Erzegovina non ha ancora vinto una medaglia. La copertura giornalistica della Rai in un momento così forte e di impatto è stata deludente, com’era logico attendersi.

Le vittorie azzurre sono state purtroppo accompagnate, in tv, dalla tamarrata colossale di mandare l’inno italiano pochi secondi dopo la fine delle competizioni, impedendo ai commentatori di raccontare quello che accade, anticipando e rovinando la solennità della premiazione, creando una sensazione di stucchevole ed esagerata autocelebrazione. L’Olimpiade degli sfoghi sul web prosegue a gonfie vele: le considerazioni dei telespettatori esausti sono talmente reali che i responsabili dell’azienda di stato, per la vergogna, farebbero bene a non chiedere il canone per i prossimi 30 anni…

Non posso nascondere lo stupore avvertito nell’apprendere della sconfitta della Spagna di Sergio Scariolo al debutto con la Croazia. Che ha regolato un altro conto in sospeso col basket italiano: dopo aver estromesso nel preolimpico la nazionale di Ettore Messina (non senza la complicità di alcuni elementi, su tutti l’indefesso Bargnani), ha beffato nella prima partita del girone eliminatorio i favoriti per l’argento, guidati dal coach bresciano, rimontando da -14, con una stoppata di Dario Saric ai danni di Pau Gasol. Perché ho la netta sensazione che la Croazia, questa volta, andrà molto avanti?

Delusioni (perché tali sono) dall’arco maschile e femminile (finale per l’oro alla portata persa per un clamoroso 3 e crollo nel match per il bronzo). Prevedibile, al contrario, l’uscita di scena anticipata di Jessica Rossi, campionessa olimpica uscente nel trap: tutti gli addetti ai lavori, quelli che seguono tutte le discipline sempre e non ogni quattro anni come certi incompetenti che vaneggiano in tv, sono consapevoli dei risultati non sempre eccellenti che la romagnola ha collezionato dopo Londra. È stato più sorprendente il 13° posto, nella stessa competizione, di Arianna Perilli, legittima candidata a una medaglia: dispiace per San Marino, che ci credeva.

Massimo Fabbrizi e Giovanni Pellielo valgono la doppietta oro-argento nella fossa olimpica maschile: è il loro giorno. Seguiteli (sempre che la Rai se ne accorga) dalle ore 14:30. Buonanotte.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità / BLOG / BUONANOTTE // Scritto da Vito Troilo // 8 agosto 2016