BLOG | Benvenuti a Degradograd

Attualità / BLOG / BUONANOTTE // Scritto da Vito Troilo // 18 febbraio 2016

BLOG | Benvenuti a Degradograd


Blog Vito
C’erano una volta città europee piuttosto importanti denominate in modo differente rispetto a oggi: l’attuale San Pietroburgo si chiamava Leningrado mentre per esempio Podgorica, la capitale del Montenegro, era Titograd e Chemnitz, nell’ex Germania dell’Est, è stata fino al 1990 Karl-Marx-Stadt. Bisceglie potrebbe sfruttare il precedente, magari approfittando di questo momento poco edificante per la reputazione della città.

Un bel cambio d’identità potrebbe placare l’unanime apprensione dei principali esponenti politici locali, evidentemente preoccupati del contraccolpo d’immagine causato dalla narrazione (spesso imprecisa ma questo è un altro discorso) delle recenti vicissitudini politico-giudiziarie («Sceime angore da nèinde» è il claim ricorrente per le strade, fra la gente comune) più che dalla concreta attuazione di interventi per il miglioramento dell’aspetto della nostra bella città.

Un esempio? Le pescare di via La Marina. Dignitosamente adeguate agli standard della civiltà e inaugurate il 9 agosto del 2014, puntualmente devastate dalla stronzaggine degli sporcaccioni. Ci vorrebbe un segnale forte. Che fare?

Un’idea potrebbe essere il blitz dei due principali esponenti politici che hanno contribuito (chi favorendo l’accesso a fondi statali, chi predisponendo l’azione amministrativa per l’espletamento dell’opera) a tirare a lucido le pescare. Un messaggio d’impatto totale: un sindaco e un parlamentare per le scale, scope in mano, davanti alle telecamere, per ripulire i luoghi e magari inaugurare il funzionamento di un sistema di videosorveglianza. L’opinione pubblica è rimasta piacevolmente sorpresa dalla celerità con cui è possibile individuare, attraverso le telecamere, chi si rende responsabile di applicare degli adesivi su un semaforo, figurarsi chi scarica immondizia sulle scale… La tecnologia è un alleato imprescindibile e i nostri rappresentanti hanno già dimostrato di saperla sfruttare.

Sì, me ne convinco sempre più. Ci vuole una bella manifestazione, nella quale ripulire le pescare di via La Marina. Già immagino la scena: certo, sarà necessario avvertire tutti che non sarà possibile utilizzare il bagno pubblico inattivo da decenni proprio sulla stessa strada e posteggiare le auto sarà difficile visto che il cantiere aperto nell’area in cui sarebbe dovuto sorgere un parcheggio è ancora lì e chi procede a piedi da via Trento dovrà fare molta attenzione perché la zona a traffico limitato non è mai stata attivata (c’è solo un cartello a ricordarci quello che doveva essere e non si è ancora realizzato). Me li vedo proprio, il nostro primo cittadino e il nostro fiero deputato, armati di ramazze e bustoni neri, farsi immortalare insieme in un momento leggendario, in una vera e propria “catarsi del civismo”.

In alternativa, resterebbe la possibilità del cambio d’identità, giusto per non farci riconoscere troppo: seguendo l’esempio delle località europee che hanno compiuto il passo inverso, si potrebbe adottare una nuova denominazione, anche se forse un po’ vecchio stile. Già immagino i cartelli: “Benvenuti a Degradograd”. Buonanotte.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità / BLOG / BUONANOTTE // Scritto da Vito Troilo // 18 febbraio 2016