BLOG | A Bisceglie, nessun “gioco legale”

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 4 novembre 2015

BLOG | A Bisceglie, nessun “gioco legale”


il-pizzicottoC’è stato un cambio di amministrazione e quattro anni di governo di mezzo.

In via Padre Kolbe si è fatto a tempo a scavare le fondamenta, realizzare, inaugurare ed avviare un edificio straordinario come Casa Pegaso.

La raccolta differenziata di condominio, in tutto il quartiere Sant’Andrea, ha avuto il tempo di essere inaugurata, sperimentata e diventare un’abitudine. I ragazzi che allora stavano prendendo la Prima Comunione, stanno per ricevere la Cresima.

Di acqua sotto ai ponti, ne è insomma passata tanta. Il quartiere Sant’Andrea, si è persino, accogliendo un cantiere di edilizia sostenibile (le Case di Luce) che l’ha reso felicemente noto in tutta Europa.

Ma di vedere la luce in fondo al tunnel, il campo sportivo polivalente progettato per “Io gioco legale” (il PON Sicurezza diretto alla realizzazione di 100 impianti sportivi nei territori delle 4 regioni Obiettivo Convergenza), non ne vuole sapere.

Previsto prima in via Carrara Reddito, poi in via Nicola Consiglio per scarsa tenuta del terreno, scritto e riscritto più volte per motivazioni che è davvero meglio non spiegare, il progetto è nato con il piede sbagliato. E, due anni e mezzo dopo la data di consegna prevista, non è mai stato cantierizzato.

Una gara d’appalto c’è stata, ma la ditta vincitrice si rese conto di aver fatto un’offerta troppo bassa e cedeva l’appalto. Nessuna notizia pervenuta, dalla seconda arrivata, una impresa di Apricena in cui il Comune aveva affidato le sue ultime speranze.

Il 31 dicembre, termine ultimo e improcrastinambile entro il quale le risorse dei fondi strutturali vanno spese e certificate per essere ammesse al pagamento, è già arrivato. Senza che Bisceglie abbia “giocato”.

Resta un’unica consolazione: che di questo progetto nessuno si era accorto. Il terreno comunale in cui il campo sarebbe sorto non è mai stato sfiorato.

Di buche ben riuscite, gradevole conforto per i randagi, Sant’Andrea ne sa già qualcosa (chi ricorda la clinica mai terminata di via Saverio Majellaro?) e non sarebbe stato il caso di bissare.

Lì si sente l’eco. Quello dei sogni perduti di un quartiere che ancora deve imparare a vivere.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 4 novembre 2015