BLOG | 172537,87

Attualità / BLOG / BUONANOTTE // Scritto da Vito Troilo // 19 marzo 2016

BLOG | 172537,87


Blog Vito
La questione, sollevata dalle opposizioni attraverso un’interpellanza presentata lo scorso 16 febbraio e discussa martedì in consiglio comunale, è tutt’altro che di lana caprina: la Nicotel Wellness Bisceglie srl deve al comune di Bisceglie 172537,87 euro di canoni concessori per la gestione della piscina comunale. Con quei soldi realmente disponibili nelle casse comunali, giusto per farsi comprendere anche dal sindaco Francesco Spina, si potrebbe partecipare alla realizzazione di un altro capolavoro della cinematografia come “La scelta”.

Compito del primo cittadino è perciò fare in modo che il pagamento avvenga, pensando più a questo aspetto che ai “blog” e ai “blob”: quelli attengono al piacere d’informarsi di ciascuno e al dovere di informare dei giornalisti, professione che, con tutto il rispetto, non abbiamo certo bisogno di apprendere da Francesco Spina, che ricordiamo ottimo avvocato ancor prima che intensamente impegnato in politica.

Risposte di diverso tipo, forse, avrebbero voluto ascoltare i presenti presso l’auditorium Santa Croce (ci riferiamo ai cittadini), cui interessa capire se, quando e come saranno saldate le spettanze di quanto dovuto. Una parte cospicua del credito, per l’importo di 104054,14 euro, è già oggetto di una procedura di riscossione attivata da parte di Equitalia.

L’avvocato Andrea Di Lorenzo, componente dell’avvocatura comunale, replica all’interrogazione consiliare scrivendo:

«Limitatamente a canoni non versati relativi all’ultimo biennio oltre interessi (per complessivi 68483,73 euro) s’intende procedere a un’azione di recupero in sede monitoria (…). L’avvio di tale azione, tuttavia, è subordinata alla previa verifica della situazione patrimoniale e finanziaria della debitrice al fine di accertarne la solvibilità, peraltro assai dubbia anche in considerazione della sua natura di s.r.l. con socio unico (…). Il che, realisticamente, contribuisce a rendere le speranze di effettivo recupero assai esigue». 

Tradotto: secondo il legale sarà molto difficile farsi pagare.

La lunga, dettagliata e realistica analisi dell’avvocato Di Lorenzo ha toccato anche altri due aspetti della vicenda: l’ipotesi di risoluzione della concessione per inadempimento contrattuale del concessionario e i suoi possibili esiti sulla complessiva operazione di project financing.

«Ove si giungesse non solo alla risoluzione del contratto di concessione ma anche alla definitiva compromissione dell’intera operazione finanziaria con abbandono del relativo progetto anche da parte degli investitori, all’estinzione del diritto di superficie seguirebbe, giusta “accessione”, l’acquisto immediato in capo all’Ente della proprietà delle opere realizzate dall’aggiudicataria sui terreni comunali. Dal che, tuttavia, deriverebbe in modo altrettanto immediato l’obbligo di indennizzo in favore degli investitori ex articolo 936 codice civile a mente del quale “Se il proprietario preferisce di ritenerle, deve pagare a sua scelta il valore dei materiali e il prezzo della mano d’opera oppure l’aumento di valore recato al fondo”. Considerati i valori dell’operazione – il contratto di concessione indica un valore complessivo di 4823374,35 euro cui deve sommarsi quello delle successive varianti – è facile immaginare che tale “obbligazione alternativa”, pure al netto degli ammortamenti, possa tradursi in un importo assai rilevante per le casse comunali, la cui precisa quantificazione, tuttavia, si affida ai competenti uffici».

Tradotto: risolvendo il contratto si rischia di fare un’autorete perché il comune si ritroverebbe a dover indennizzare la Nicotel Wellness Bisceglie srl, cui va comunque riconosciuto, nella fase iniziale, di aver assunto un impegno non da poco.

Morale della favola: il project financing, talvolta, può trasformarsi in un’arma a doppio taglio.

Ci spieghi Francesco Spina, adesso, come intende uscire da quest’impasse. È lui il sindaco: quale migliore occasione, dato che legittimamente egli si ritiene tale, per dimostrare di essere un ottimo amministratore? Vedremo quanti, di questi 172537,87 euro, saranno recuperati: la città non potrà che essergli grato e noi ne renderemo conto, coi “blog” e persino coi “blob”. Buonanotte.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità / BLOG / BUONANOTTE // Scritto da Vito Troilo // 19 marzo 2016