BLOG | 167, la Cassazione respinge il ricorso del comune. Quando si fermerà il parcellificio?

Attualità / BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 17 marzo 2017

BLOG | 167, la Cassazione respinge il ricorso del comune. Quando si fermerà il parcellificio?


Mario

La notizia è che la Cassazione ha respinto il ricorso del comune sulla valutazione dell’indennità di esproprio sancita dalla Corte di Appello, riguardante uno dei terreni dove è sorta la zona 167. Una valutazione di quasi 700 mila euro.

Non sarebbe nemmeno una notizia, visto che l’esito era pressoché scontato. Ma in un tempo dove la Corte dei Conti sembra che finalmente cominci a sanzionare alcune spese allegre e scriteriate dell’amministrazione comunale, vale la pena soffermarsi su quanto è costata questa evitabile battaglia legale. All’avvocato Pierluigi Rossi, incaricato dal comune con delibera di Giunta del 2 febbraio 2016, sono stati riconosciuti oneri per complessivi 21947 euro. A questi si aggiungono 7100 euro per il pagamento delle spese processuali a cui il comune è stato condannato e altri 4000 euro di contributo unificato. 33 mila euro di soldi pubblici volati via così.

L’attenzione però dalle cifre si sposta alle date. L’incarico all’avvocato è stato deliberato il 2 febbraio 2016. La sentenza della Cassazione ha richiamato “un principio enunciato da questa Corte” citando una sentenza del 28 gennaio 2016 dove si ribadisce che «in tema di espropriazione per pubblica utilità, ove il procedimento sia adottato per realizzare un piano di zona per l’edilizia economica e popolare, non sussiste il presupposto dell’intervento di riforma economico-sociale, che giustifica la riduzione del 25 per cento del valore venale del bene ai fini della determinazione dell’indennità, dovendo esso riguardare l’intera collettività o parti di essa geograficamente o socialmente predeterminate ed essere, quindi, attuato in forza di una previsione normativa che in tal senso lo definisca». L’orientamento della Cassazione si sapeva già, ma al comune sono andati avanti lo stesso con la causa.

Qualcuno, per favore, cerchi ed esponga un’altra ragione di questo ricorso perdente in partenza, che non sia quella di aver colto l’occasione per affidare un nuovo incarico legale.

Si potranno così smentire quei perfidi malpensanti, come chi scrive, che hanno visto nella questione della rivalutazione dei suoli alla 167 un munifico parcellificio per avvocati.

Mario Lamanuzzi

Chi è Mario Lamanuzzi

Da oltre 25 anni si occupa di giornalismo locale. Cofondatore de "La Diretta", nel 1999 ha fondato “Bisceglie quindici giorni”, dirigendolo fino al 2003. Ha diretto, in passato, anche i portali Bisceglielive e Molfettalive.




Attualità / BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 17 marzo 2017