BITTA ABBATTUTA AL MOLO VECCHIO

Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 17 marzo 2014

BITTA ABBATTUTA AL MOLO VECCHIO


L’antica colonnina in pietra per l’ormeggio è stata decapitata tra sabato e domenica

Il porto ai tempi dei Broboni

Il porto ai tempi dei Borboni

Era lì se non dai tempi dei Borboni, quando il molo vecchio venne edificato (a partire dal 1747), sicuramente dal primo ‘800. Distrutta una antica bitta in pietra sul “molo vecchio” del porto di Bisceglie.

Si trovava ai piedi del faro e probabilmente è rimasta incastrata tra le staffe di una gru di bordo, che ha compiuto una manovra sbagliata.

Tagliata nettamente in due, la solida struttura in pietra (di oltre 200 kg di peso) aveva resistito al tempo, alle mareggiate e all’incuria, ma non alle normali operazioni portuali.

20140316_183457

La bitta recisa tra il pattume del molo

 L’incidente è passato inosservato agli operatori del braccio di Levane, stante l’incresciosa condizione igienico-sanitaria che il porto ancora oggi si trova ad affrontare. Nascosta tra buste di plastica, residui di lavorazione del pesce e altri rifiuti, la bitta mozzata non salta agli occhi nemmeno di chi al porto ci lavora 300 giorni all’anno.

Ancora una volta la marineria di Bisceglie lancia un grido di allarme nei confronti delle istituzioni, cui tocca farsi carico, con sempre maggiore impellenza, di restituire sicurezza e dignità ad una delle zone anche turisticamente più interessanti della città.

20140316_183450

 

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 17 marzo 2014