BISCEGLIE-TORRECUSO 3-1| TUTTO FACILE PER I NERAZZURRI

Sport // Scritto da Bartolomeo Pasquale // 15 novembre 2015

BISCEGLIE-TORRECUSO 3-1| TUTTO FACILE PER I NERAZZURRI


Palazzo, Patierno e Lorusso timbrano il sesto risultato utile consecutivo. Di Lullo illude la rimonta dei sanniti

Bisceglie-Torrecuso 3-1

Bisceglie: Vicino, Ivone, Rotunno, Di Giorgio, Ola, Anaclerio, Balzano, Fanelli, Patierno (dal 66° Lorusso), Volpicelli (dal 77° Khalil), Palazzo (dal 62° De Vivo). Allenatore: Claudio De Luca. A disposizione: Sansonna, Aprile, Rubino, Ngom, De Vivo, Pollidori, Laboragine.
Torrecuso: Gravagnone, Furno, Di Maio (dal 76° Varricchio), Di Lullo, Conti, Russo, Zerillo (dal 66° Errico), Brogna, Pastore, Fazio, Vesce (dall’80° Picozzi). Allenatore: Francesco Farina. A disposizione: Minichiello, De Santis, Langellotti, Errico, Pirozzolo, Bruno, De Nicola.
Terna arbitrale: Iacovacci di Latina (Burgi, Santarsia di Matera).
Reti: 1° Palazzo, 26° Patierno, 73° Di Lullo, 82° Lorusso.
Note: spettatori 1200. Ammoniti: Di Giorgio, Fanelli, Brogna. Espulso Conti al 20° per somma di ammonizione. Calci d’angolo: 3-1.

Una vittoria convincente e bivalente per il Bisceglie Calcio nella dodicesima giornata di campionato del campionato di serie D girone H. Tre punti utili a muovere la classifica dei nerazzurri e che distendono gli animi dopo una settimana particolarmente difficile dal punto di vista societario.

Con tutti gli effettivi a disposizione, mister Claudio De Luca propone il consueto 3-5-2. Prima del fischio d’inizio, un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime delle stragi avvenute a Parigi nel weekend. In un primo tempo a senso unico passano solo trentotto secondi e il Bisceglie va in gol con Loris Palazzo, il quale brucia Gravagnone involandosi sulla sinistra ben servito da Emilio Volpicelli.

I padroni di casa, spinti dal numeroso e rassicurante pubblico del Gustavo Ventura, premono sull’acceleratore per chiudere immediatamente i giochi ma prima Volpicelli e, successivamente, Patierno sprecano le loro ghiotte occasioni.

Il minuto di raccoglimento in memoria delle vittime di Parigi

Il minuto di raccoglimento in memoria delle vittime di Parigi

Al minuto 20 la gara diventa sempre più in discesa allorquando il direttore di gara, il signor Iacovacci di Latina, manda anzitempo negli spogliatoi Giovanni Conti, reo di aver atterrato Volpicelli nella propria metà campo fermandone un contropiede. Quattro giri di lancette e il Bisceglie serve il bis con Cosimo Patierno, ben imbeccato dall’ottimo Palazzo sulla sinistra: sul proprio tap in nulla può l’estremo difensore sannita.

E’ un monologo nerazzurro che conclude la prima frazione con Palazzo, che alla mezz’ora soffia il pallone a Volpicelli ma conclude malamente addosso a Gravagnone, e con il cross dell’esterno offensivo partenopeo su cui si avventa il baluardo ospite, bloccando l’eventuale incursione di Rotunno.

Il Torrecuso è tutto nella finezza di Zerillo che finisce a bordo campo e in una pretenziosa diagonale di Brogna, bloccata da Paolo Vicino in volo.

Un'azione del match nel primo tempo

Un’azione del match nel primo tempo

Nella ripresa si riparte con il Bisceglie all’attacco ma Filippo Balzano spreca malamente il pallone del 3-0, mandando il cuoio altissimo dopo una buona progressione dai 25 metri.

Il Torrecuso si rialza al minuto 50 con il tiro da banda sinistra di Fazio che viene facilmente bloccato dal portiere di casa sul primo palo. Bisceglie vicinissimo al gol al 57° con Rotunno che serve Ola pronto all’inzuccata; l’ex Lazio e Cesena viene fermato dall’arbitro per una presunta trattenuta in attacco.

Al 60° Palazzo spreca il più facile dei gol con un pallonetto troppo debole eseguito a tu per tu con il portiere. Sul capovolgimento di fronte i biancocelesti beneventani trovano un fallo a venti metri dalla porta e la punizione di Fazio viene deviata in corner. Sul susseguente angolo Pastore spedisce il pallone fuori, colpendo a botta sicura con Vicino ampiamente battuto.

La punizione di Fazio

La punizione di Fazio

Il buon momento degli ospiti di Francesco Farina viene premiato al 72° con il gol Di Lullo utile solo ad accorciare le distanze: sulla conclusione pesa tuttavia l’uscita incerta di Vicino che smanaccia come può la punizione dal vertice opposto di Fazio.

Dopo la girandola di cambi che vede gli uomini di De Luca cambiare tutto il pacchetto avanzato, rilevato da Khalil, De Vivo e Giovanni Lorusso, arriva con quest’ultimo il gol che chiude i giochi a otto minuti dal termine; il giovane ventenne beffa Gravagnone in uscita con un tocco morbido che si deposita alla sua destra.

Gioco a centrocampo nella ripresa

Gioco a centrocampo nella ripresa

Fra uno striscione recante la data di nascita del sodalizio locale emerso tra i tifosi e sotto le note di incoraggiamento per la società, scorrono via gli ultimi minuti di una partita che ha visto un Bisceglie vittorioso con merito e abnegazione davanti all’ex Presidente Nicola Canonico, presente tra il pubblico. Tre punti che danno respiro alla classifica degli uomini cari al DS Enzo De Santis, dopo questa vittoria saliti di un gradino a quota 20 punti con tre lunghezze di distanza dall’ultimo utile piazzamento playoff occupato dal Pomigliano.

Il prossimo turno è previsto per domenica 22 novembre, in cui il Bisceglie affronterà la temibile Virtus Francavilla, vice capolista ed autore di una cinquina ai danni del malcapitato Az Picerno.

 

Chi è Bartolomeo Pasquale

Bartolomeo Pasquale nasce a Molfetta il 15 Gennaio 1987. All'età di dodici anni vince il premio speciale alla seconda edizione del premio scolastico "Vincenzo Fata" con il video-report dal titolo "Bisceglie in dieci minuti". Redattore per Bisceglie in diretta dal 2008, è stato presentatore per programmi radiofonici, spettacoli e contest, conseguendo il titolo di giornalista pubblicista nel 2010. Laureato in Giurisprudenza con tesi in Diritto del Lavoro presso l'Università degli Studi di Bari, è praticante avvocato dal Novembre 2012.




Sport // Scritto da Bartolomeo Pasquale // 15 novembre 2015