BISCEGLIE, SCONFITTA IMMERITATA SUL CAMPO DEL FRANCAVILLA IN SINNI

Sport // Scritto da Vito Troilo // 23 marzo 2014

BISCEGLIE, SCONFITTA IMMERITATA SUL CAMPO DEL FRANCAVILLA IN SINNI


Carlo Prayer, tecnico del Bisceglie (foto Emmanuele Mastrodonato per www.forzabisceglie.it)

Carlo Prayer, tecnico del Bisceglie (foto Emmanuele Mastrodonato per www.forzabisceglie.it)

Un altro gol incassato su palla inattiva. La battuta d’arresto non pregiudica il percorso salvezza

Francavilla-Bisceglie 1-0

Francavilla: Ricciardi, Russillo, Niccolao, Sekkoum, Ferrara, Di Giorgio, Lancellotti, Masullo (dal 69° Foscolo), Sperandeo, Pioggia, Pisani. Allenatore: Ranko Lazic. A disposizione: Ziembanski, Donnadio, Caldararo, Cristofaro, Di Nella, Ferraiuolo, Fanelli.
Bisceglie: Cafagna, Gigli (dall’84° Piscopo), Maglione, Vitone (dal 66° Lattanzio), Magliano, Allegrini, Lamatrice, Lorusso, Ceccarelli, Zotti, Palazzo. Allenatore: Carlo Prayer. A disposizione: Loiodice, Prestigiacomo, De Sario, Abbinante, Khalil, Serafino, Piscopo, Marolla.
Arbitro: Simiele di Albano Laziale (assistenti: Sartore di Torre Annunziata, Gargiulo di Frattamaggiore).
Rete: 64° Di Giorgio.
Note: spettatori 300. Angoli 3-2. Ammoniti Maglione e Lamatrice.

Il Bisceglie è uscito immeritatamente sconfitto dal “Fittipaldi” di Francavilla in Sinni al termine di un confronto nel quale la differenza di classifica fra le due formazioni è risultata impercettibile anche ai microscopi.

I nerazzurri di mister Carlo Prayer hanno pagato a caro prezzo l’unica opportunità concessa ai lucani, in gol con il difensore centrale Di Giorgio su corner di Nagib Sekkoum. Ancora una volta è una rete subìta su palla inattiva a penalizzare Alberto Maglione e compagni, che non hanno assolutamente sofferto un avversario quinto in classifica e staccato di appena tre lunghezze dal vertice.

E’ stata una partita brutta, priva di azioni degne di nota per lunghissimi tratti, nel quale la preparazione tattica dei due allenatori ha prevalso sui colpi di fantasia dei calciatori più dotati di entrambe le squadre. Non è un caso che il gol-vittoria sia stato realizzato non da un attaccante sinnico ma dal difensore e capitano Di Giorgio.

Il Bisceglie, inizialmente disposto con un 4-3-2-1 (e tre mediani contemporaneamente in campo) speculare all’assetto del team di Ranko Lazic, ha provato a cambiare schieramento dopo essere andata in svantaggio, affidandosi a un 4-4-2 con l’ingresso di Riccardo Lattanzio al posto di Fernando Vitone. Alessio Gigli è stato preferito a Vincenzo Prestigiacomo nel ruolo di terzino sinistro ma non ha particolarmente brillato pur non demeritando. L’assenza di Giuseppe Lacarra, squalificato, ha facilitato i compiti della difesa francavillese che non ha dovuto prendersi cura di un uomo d’area difficile da marcare, specialmente sulle palle inattive.

Prima sconfitta della gestione Carlo Prayer per i nerazzurri, che domenica 30 marzo (calcio d’inizio ore 15:00) sfideranno al “Gustavo Ventura” la Turris dell’ex Antonio Croce, a segno con una doppietta nel 3-0 sul Mariano Keller.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 23 marzo 2014