Bisceglie, bisogna pensare prima al Francavilla

Sport // Scritto da Vito Troilo // 22 marzo 2017

Bisceglie, bisogna pensare prima al Francavilla

Nerazzurri al lavoro per preparare l’incontro casalingo di sabato pomeriggio coi sinnici, che precederà la supersfida di Roma. Mazzata sulla Nocerina: due gare interne a porte chiuse

Il successo esterno (0-1) del Madrepietra Apricena sul sintetico del “Miramare” di Manfredonia nel posticipo di lunedì pomeriggio ha arricchito ma non chiuso il quadro della 27ª giornata nel girone H di Serie D, in attesa della supersfida Trastevere-Bisceglie in programma mercoledì 29. I nerazzurri di Nicola Ragno hanno intensificato i ritmi di lavoro in vista del confronto di sabato pomeriggio al “Gustavo Ventura” (calcio d’inizio ore 16:00, live score sul nostro sito a partire dalle ore 15:30) col Francavilla in Sinni. L’anticipo del match del 28° turno consentirà agli stellati di riposare 24 ore in più rispetto agli avversari nella lotta per la promozione diretta, che domenica saranno di scena sull’ostico campo di una Vultur Rionero decisa a riscattare lo stop di misura sul campo del Gravina, maturato peraltro al 90°.

Sarà più che mai necessario, in questa fase della stagione intensa e ricca di impegni, poter contare su un organico di qualità con atleti pronti a dare il massimo quando saranno chiamati in causa. La panchina lunga dovrà essere l’arma in più di un Bisceglie che crede fermamente nella rimonta in campionato e non ha certo perso di vista l’obiettivo Coppa Italia. Il return match della semifinale con l’Albalonga si terrà ad Albano Laziale mercoledì 19 aprile, dopo le festività pasquali.

Mano pesante del giudice sportivo nei confronti della Nocerina. La formazione di mister Simonelli dovrà disputare le prossime due gare casalinghe a porte chiuse a seguito di quanto riportato nel comunicato del Dipartimento Interregionale. Secondo quanto riferito nel rapporto della terna arbitrale alcuni sostenitori rossoneri, nel corso del match disputato domenica sul campo dell’Herculaneum, «avrebbero rivolto alcuni sputi che attingevano un assistente arbitrale alla nuca e lanciato all’indirizzo del medesimo una bottiglietta piena di acqua che lo colpiva ad un polpaccio provocandogli sensazione dolorifica ed evidente ematoma». La punizione è stata determinata anche in considerazione della recidiva generica e specifica. Il provvedimento costerà caro alla compagine campana, che domenica affronterà il Gravina in un “San Francesco” semideserto e in un contesto tutt’altro che sereno. La società ha annunciato reclamo, nel tentativo di ridurre i turni a porte chiuse da due a uno.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 22 marzo 2017