FOTO/ BISCEGLIE LABORATORIO PER UNA NUOVA AGRICOLTURA SOCIALE

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 14 maggio 2015

FOTO/ BISCEGLIE LABORATORIO PER UNA NUOVA AGRICOLTURA SOCIALE


Presentato a Palazzo Tupputi il protocollo d’intesa fra il Gal “Ponte Lama” e le istituzioni locali per lo sviluppo del settore primario

Bisceglie laboratorio per una nuova filiera di agricoltura sociale. E’ stato sottoscritto giovedì mattina, nella splendida cornice di Palazzo Tupputi, alla presenza degli attori coinvolti e della stampa il protocollo d’intesa fra il Gal “Ponte Lama” del presidente Antonio Piazzolla e del direttore Gianni Porcelli e altre istituzioni locali per la creazione di una rete per il supporto allo sviluppo dell’agricoltura sociale.

Il sindaco Francesco Spina ha aperto i lavori sottolineando l’importanza del documento: «Il nostro Gruppo di azione locale si conferma riferimento importante del territorio. Si afferma un nuovo concetto di “ruralità” culturale e di carattere sociale. Con questo protocollo si ottimizzano le risorse dell’agricoltura per fini anche occupazionali e di inclusione sociale con particolare attenzione alla disabilità e alla reintegrazione nel mondo del lavoro degli ex detenuti» ha sottolineato il primo cittadino e presidente della provincia.

I SOTTOSCRITTORI DEL PROTOCOLLO

Nutrito e qualificato il parterre degli enti che hanno aderito all’accordo di programma, dalle masserie sociali Società Agricola Crosta, Palazzo Giulia-Oasi San Felice e Società Agricola Donato La Notte-Masseria Monte D’Alba all’impresa sociale Terre solidali di Imbraim Abbas, dalla cooperativa Xiao Yan-rondine che ride di Daniele Ciliento ai comuni di Bisceglie e Trani (quest’ultimo rappresentato dal sub-commissario prefettizio Assunta Russo), dalla provincia Bat al Piano Sociale di Zona, dalla Confagricoltura alla Cia, dalla Confcooperative alla Coldiretti, dall’Asl Bat (presente il direttore generale Ottavio Narracci) al Tribunale di Trani (al tavolo il presidente Filippo Bortone).

Rilevante il supporto degli ordini scientifici (medici chirurghi e odontoiatri, psicologi, assistenti sociali), degli istituti scolastici di diverso ordine e grado (c’erano i dirigenti dei quattro circoli didattici di Bisceglie, dei primi tre circoli di Trani, dell’Ites “Giacinto Dell’Olio” di Bisceglie e del liceo classico “De Santis” di Trani), della Casa Divina Provvidenza, del Consultorio familiare Epass, della Curia Vescovile e della Caritas.

IL PROGETTO

Tutti insieme, spinti dalla volontà di assicurare al Gal “Ponte Lama” il maggior sostegno possibile alla realizzazione di un progetto che potrebbe segnare l’inizio di un percorso riabilitativo per categorie in partenza svantaggiate all’ingresso o al rientro nel mondo del lavoro, come per esempio gli ex detenuti. Le responsabili della relazione del progetto per il Gruppo di azione locale, Angelica Curci e Roberta Monopoli, hanno tratto spunto da un’idea simile realizzata in Valdera, in provincia di Pisa, auspicando che il traguardo raggiunto dalle organizzazioni toscane (realizzazione di un prodotto etico di filiera corta approdato sugli scaffali della Grande distribuzione organizzata) possa essere tagliato anche da questo nuovo partenariato: sarà necessario mantenere un tavolo permanente e in sinergia fra le tante realtà che hanno aderito al protocollo.

Xiao Yan, Terre Solidali, Società Agricola Crosta, Oasi San Felice e Monte D’Alba daranno presto l’opportunità alle fasce deboli della popolazione di inserirsi nel contesto lavorativo, intensificando l’attuale offerta con l’introduzione di servizi ulteriormente qualificati come la pet therapy, l’ortoterapia, l’ippoterapia, laboratori didattico-creativi e percorsi di educazione alimentare.

PALAZZO TUPPUTI: NON SOLO UN CONTENITORE CULTURALE

«Sono orgoglioso anche per la scelta della location, Palazzo Tupputi, che grazie all’intervento dell’amministrazione comunale è stata trasformata da abitazione abusiva a prestigioso contenitore culturale coerentemente con l’importanza storica e il prestigio architettonico di questo storico edifico che ospitò la famosa “Dieta delle Puglie”» ha concluso Francesco Spina.

FOTOGALLERY di Fabrizio Ardito

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 14 maggio 2015