Bisceglie fermato dall’Arzanese, De Luca: «Sarà difficile per tutti. Pensiamo al Monopoli»

Sport // Scritto da Vito Troilo // 1 dicembre 2014

Bisceglie fermato dall’Arzanese, De Luca: «Sarà difficile per tutti. Pensiamo al Monopoli»


E’ finita senza reti la sfida del “Pasquale Ianniello” di Frattamaggiore tra il fanalino di coda Arzanese e la vicecapolista Bisceglie. L’esito del match permette ai nerazzurri di allungare la striscia di risultati utili consecutivi a 13 incontri ma non fa sorridere i tanti supporters che hanno seguito la squadra nella trasferta campana confidando in un successo dei ragazzi di mister Claudio De Luca. «Abbiamo lasciato dei punti per strada ma di certo non sarà facile per nessuno vincere qui. Prepariamoci già per la prossima gara casalinga col Monopoli» ha commentato il tecnico del Bisceglie negli spogliatoi.

«Un match combattuto su ritmi molto elevati. L’Arzanese ha colmato il gap tecnico con una notevole aggressività. Peccato per l’episodio iniziale del tiro di Guadalupi che avrebbe potuto subito sbloccare la partita. Anche i nostri avversari hanno avuto delle opportunità per segnare» sottolinea il trainer adriatico.

«L’espulsione di Lacarra? La decisione mi è sembrata un po’ frettolosa ed esagerata. In ogni caso abbiamo creato palle-gol anche in inferiorità numerica, in particolare con Pongo» spiega Claudio De Luca, che continua a non guarda la classifica e glissa sul mercato: «Sono soddisfatto di questo gruppo e mi rimetto alle decisioni della società. Pensiamo alla sfida col Monopoli, che ritengo anche per me una partita come tutte le altre anche se lì ho vissuto stagioni importanti. Continuiamo a lavorare per dare il massimo ogni domenica».

Inutile rimuginare su quanto sarebbe potuto accadere. Le distanze dalla Fidelis Andria, che fra le mura amiche dello stadio “Degli ulivi” ha fatto a polpette la Puteolana (7-2) si sono dilatate: il vantaggio del team di Giancarlo Favarin sul Bisceglie è ora di tre lunghezze. Il campionato è lungo e la differenza, al vertice, sarà marcata dalla capacità di gestire i momenti meno brillanti e tenere i piedi per terra senza esaltarsi eccessivamente. La pacatezza e il raziocinio non mancano al timoniere del Bisceglie.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 1 dicembre 2014