Bisceglie con la testa già al Gallipoli

Sport // Scritto da Vito Troilo // 21 aprile 2015

Bisceglie con la testa già al Gallipoli


Pierino Zotti e Salvatore Esposito salteranno la sfida coi salentini

La pesantissima sconfitta di domenica al “Vito Simone Veneziani” ha lasciato nel Bisceglie uno strascico psicologico la cui entità è tutta da valutare, oltre alla certezza che due atleti nerazzurri non potranno giocare la partita interna col Gallipoli: il top scorer Pierino Zotti e il terzino sinistro Salvatore Esposito (nella foto di Emmanuele Mastrodonato per www.forzabisceglie.it).

Il cartellino giallo rimediato nel primo tempo a Monopoli è costato un turno di stop al fantasista barese, che salterà il delicato confronto casalingo coi salentini e tornerà disponibile per il derby del “Degli ulivi” di Andria di domenica 3 maggio.

Più severa la sanzione comminata al 19enne difensore campano, espulso per proteste dal permaloso direttore di gara Cenami di Rieti colpevole di non averne autorizzato il rientro sul terreno di gioco in seguito alle cure prestate dai sanitari biscegliesi e malgrado le ripetute richieste effettuate; nell’azione successiva il Monopoli ha segnato la terza rete chiudendo il match e Salvatore Esposito è stato allontanato dal campo. Il giovane calciatore pagherà con due turni di squalifica.

Falcidiata dalle indisponibilità anche la prossima avversaria del Bisceglie: il giudice sportivo ha fermato per una gara Gianmarco Rizzo (espulso nel match perso fra le mura amiche con la Cavese) e Riccardo Cornacchia (somma di ammonizioni), che si aggiungono a Filippo Di Maira (a segno nel confronto d’andata coi nerazzurri), costretto a scontare la seconda di tre giornate di squalifica. In compenso, torneranno a disposizione dell’allenatore giocatore Mangiapane sia Legari che Rosato.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 21 aprile 2015