Bisceglie come la Terra dei Fuochi: rifiuti cosparsi di benzina e messi al rogo

Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 9 marzo 2017

Bisceglie come la Terra dei Fuochi: rifiuti cosparsi di benzina e messi al rogo

A sorvegliare l’agro e la periferia saranno però i volontari, cui il comune riconoscerà un contributo a consuntivo delle spese

Bisceglie come la Terra dei fuochi.

C’è poco da fare commenti alla foto scattata in data 8 marzo da questo lettore.

Sullo sfondo i campi di via Lama di Macina, nemmeno lontani dall’occhio dei passanti. In primo piano lo scempio dei sacchetti colmi di ogni cosa che prendono fuoco, in modo di certo doloso.

Illegale smaltimento e combustione dei rifiuti sono reati. E fra gli orti, nei campi nemmeno troppo abbandonati che circondano le rare imprese locali, le discariche abusive nascono ogni giorno. Incontrollate.

I rifiuti di incerta provenienza vengono poi cosparsi di benzina e bruciati all’aria aperta.Non si sa quante volte questo sia già accaduto.

Prima succedeva solo di notte, ora i fumi si alzano anche di giorno, come un affronto a muso duro a chi differenzia, si sforza, collabora. Eppure qualcosa di potrebbe fare.

Da pochi giorni il comune di Bisceglie ha siglato una convenzione con il nucleo Guardie Ambientali (leggi qui), sentinelle dell’ambiente che già in passato hanno dimostrato di sapere quello che fanno.

Lo ha fatto prendendo però sottogamba la questione, quest’anno come già in passato.

Piuttosto che dotarle di strumenti di rilevazione e droni, piuttosto che prevedere un capitolo di bilancio comunale a parte o intercettare fondi da destinare alla tutela dell’ambiente come pure ben sa fare, ha promesso loro  un contributo forfettario a fine anno, a consuntivo delle spese effettivamente sostenute.

Quanti saranno i volontari che accetteranno la sfida, quanto tempo voranno sottrarre tempo e forze a famiglie, vita quotidiana e impegni lavorativi per amore dell’ambiente, è impossibile stabilirlo. E con previsioni incerte sui controlli, un’emergenza che ormai dura da anni non la si affronta: praticamente la si misconosce.

 

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 9 marzo 2017