Bisceglie calcio, perché Canonico potrebbe ripensarci

Sport // Scritto da Vito Troilo // 27 giugno 2014

Bisceglie calcio, perché Canonico potrebbe ripensarci


L’imprevedibilità è un tratto molto marcato del carattere di Nicola Canonico.

Il proprietario del Bisceglie calcio comunicherà sabato pomeriggio, in una conferenza stampa all’hotel Salsello che rischia di richiamare più gente persino delle stesse recenti gare interne della squadra, quello che avrà deciso di fare.

Il futuro prossimo del sodalizio stellato è tutto nelle mani e nei pensieri dell’imprenditore barese. Negli ultimi giorni si sono susseguite voci che più contrastanti non si potrebbero, rumors, sotterfugi, ipotesi di ogni tipo, a tal punto che a quasi nessuno è venuto in mente, semplicemente, che finché un disimpegno non è ufficializzato dalla firma su un atto chi lo ha annunciato rimane comunque in carica.

Tifosi nerazzurri in trasferta

Tifosi nerazzurri in trasferta

Sabato pomeriggio sarà chiarito, forse una volta per tutte, se Nicola Canonico lascerà la guida del club nerazzurro. Soltanto a quel punto potrebbero essere prese in considerazione altre soluzioni. Che Canonico si privi del Bisceglie calcio non è affatto certo: un’intesa in extremis con l’amministrazione comunale potrebbe convincerlo a proseguire nel suo impegno.

Il sindaco Francesco Spina ha messo sul piatto i 120 mila euro di contributo (in quattro tranches da 30 mila) per la gestione del “Gustavo Ventura”. Il presidente aveva chiesto il sostegno minore di altri imprenditori locali per alzare il budget di qualche decina di migliaia di euro ma i tentativi del primo cittadino di reperire disponibilità erano caduti nel vuoto a causa della crisi economica.

Nicola Canonico, che ha garantito praticamente da solo le ultime tre stagioni del calcio biscegliese, è stato prima accostato dai media e poi effettivamente avvicinato dalla Fidelis Andria, neopromossa in serie D: una situazione caratterizzata dalla presenza di uno staff tecnico (con il trainer Nicola Ragno) e dirigenziale ritenuto inamovibile. Bisceglie non presenta questo tipo di impedimenti e la prospettiva di poter godere della massima autonomia per costruire una squadra competitiva potrebbe aver fatto riflettere il patron, convincendolo a rimanere alla guida del sodalizio stellato.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 27 giugno 2014