Bisceglie, occhio a un Gravina deciso a rialzarsi in fretta

Sport // Scritto da Bartolomeo Pasquale // 3 febbraio 2017

Bisceglie, occhio a un Gravina deciso a rialzarsi in fretta

I gialloblu murgiani di scena nel derby del “Ventura” dopo la separazione dal tecnico De Luca

Rigenerato da due vittorie consecutive in gare ufficiali il Bisceglie è subito tornato al lavoro per preparare un big match dai rischi elevatissimi. Ad affrontare la compagine nerazzurra, sul terreno del “Gustavo Ventura”, un Gravina che nelle ultime settimane ha assunto l’immagine di un leone ferito e che vuole subito rialzarsi.

Alla vigilia di questo campionato di Serie D la compagine gialloblu era accreditata dei galloni della possibile vincente, reduce da due campionati in Promozione ed Eccellenza vinti in scioltezza.

Per il grande salto di qualità e il conseguente raggiungimento del sogno Lega Pro, la dirigenza murgiana aveva strappato proprio ai nerazzurri il tecnico Claudio De Luca, il quale ha voluto portarsi da Bisceglie Cosimo Patierno (ceduto al Nardò nel mercato di riparazione, ndr), Simone Fanelli, il portiere Paolo Vicino e Ndiaga Ngom, che hanno rimpopolato la schiera di ex stellati comprendente Mirko Guadalupi, Andrea Presicce, Vito Dimatera, Nicola Lanzolla e il capitano Michele Anaclerio.

Eppure, dopo un inizio più che entusiasmante e la leadership conquistata nelle prime giornate, qualcosa è sembrato essersi rotto dal mese di dicembre in cui i prossimi avversari del Bisceglie hanno raccolto la miseria di due punti in tre partite; la rocambolesca sconfitta di Trastevere (3-2) ha fatto vacillare le ambizioni del sodalizio gravinese.

Dopo due affermazioni faticose ai danni Francavilla in Sinni ed Herculaneum alla ripresa dalla pausa natalizia, i ragazzi di De Luca sono crollati clamorosamente contro il poco quotato Ciampino e sono stati bloccati dall’Anzio sul sintetico amico dello “Stefano Vicino”. L’andamento altalenante degli ultimi mesi ha così comportato l’esonero del tecnico di Castellana, proprio alla vigilia di una sfida che risulterebbe fondamentale per le sorti di entrambe le squadre.

Sarebbe scontato dare come favorito il collettivo caro al presidente Nicola Canonico ma non è affatto così: in un campionato impegnativo e lungo il minimo colpo mancato può permetterti di finire all’inferno e questo mister Nicola Ragno lo sa bene, considerando l’arrivo sull’Adriatico di un gruppo che non vuole affatto chiudere il suo primo campionato di Serie D nell’anonimato.

Il bilancio di questa stagione agonistica fra le due formazioni è in perfetta parità, con una vittoria a testa in gare ufficiali: il Bisceglie si è sbarazzato dei murgiani con un secco 3-0 nel primo turno di Coppa Italia Serie D a fine agosto mentre il Gravina ha avuto il suo riscatto in campionato nella sfida del 2 ottobre grazie alla prodezza griffata Guadalupi.

Foto: sito ufficiale FBC Gravina

Chi è Bartolomeo Pasquale

Bartolomeo Pasquale nasce a Molfetta il 15 Gennaio 1987. All'età di dodici anni vince il premio speciale alla seconda edizione del premio scolastico "Vincenzo Fata" con il video-report dal titolo "Bisceglie in dieci minuti". Redattore per Bisceglie in diretta dal 2008, è stato presentatore per programmi radiofonici, spettacoli e contest, conseguendo il titolo di giornalista pubblicista nel 2010. Laureato in Giurisprudenza con tesi in Diritto del Lavoro presso l'Università degli Studi di Bari, è praticante avvocato dal Novembre 2012.




Sport // Scritto da Bartolomeo Pasquale // 3 febbraio 2017