BICILIAE: “BUON ANNO A CHI HA CAPITO CHE IL FUTURO E’ BENESSERE A PEDALI”

Ambiente / Attualità // Scritto da La Redazione // 6 gennaio 2014

BICILIAE: “BUON ANNO A CHI HA CAPITO CHE IL FUTURO E’ BENESSERE A PEDALI”


biciliaeA parlare è il presidente Antonio Consiglio, che vuole augurare a tutti gli amici di Biciliae il suo buon 2014. Convinto che la città sia ancora lontana dall’ottica del target 2020, per cui è stato firmato il Patto dei Sindaci, ripone tuttavia fiducia nei ciclisti e nei pedoni del futuro. I tempi  sono maturi per trarre il bilancio di un anno ricco di iniziative e soddisfazioni chiamate bike sharing, Piedibus, Bicibus, cicloturismo e rastrelliere. Iniziative destinate ad esaurirsi allorquando tutti avranno abbracciato la filosofia del “muoversi meglio per vivere meglio”.

“Siamo nel 2014, e c’è da dire che suona piuttosto futuristico per chi ha orecchie nate nello scorso millennio. A soli sei anni dal giudizio universale chiamato 2020, scadenza europea per dimostrare di aver ridotto le emissioni di inquinanti del 20% e scansare pesanti sanzioni, quali azioni sono state intraprese a Bisceglie dagli amministratori di questi anni e degli anni scorsi? Mentre il Nord Italia e l’Europa vivono ormai la quotidiana abitudine fatta di centri storici chiusi al traffico, assi commerciali aperti solo a pedoni e ciclisti con un eterno passeggio di gente davanti alle vetrine, di reti di mezzi pubblici, di piste ciclabili e autostrade ciclabili, bike e car sharing, Piedibus e Bicibus; mentre accade tutto questo, Bisceglie appare intenta solo a fluidificare il traffico automobilistico creando rotonde, valide, ma ancora una volta dimentiche di attraversamenti pedonali a livello con i marciapiedi ed attraversamenti ciclabili. Dimenticando anche la regola primaria: più strade crei per risolvere il problema traffico, più crei le condizioni perché il traffico aumenti! Nel 2020, a chi daremo la colpa per le sanzioni?
Per fortuna esiste un popolo intelligente, che ha già capito da solo le conseguenze dell’abuso dell’auto, e che si muove ogni giorno a piedi e in bici. Tanti, tantissimi. Studenti, lavoratori, mamme e papà con passeggini. C’è chi dice che ha lasciato l’auto per la crisi. Sì, ma non solo per quella economica. Piuttosto per quella di valori. Non siamo più una comunità acritica. Abbiamo capito che non c’è futuro lasciando la politica a se stessa e la politica scollata da chi le dà potere, e così abbiamo imparato a partecipare. A protestare ma soprattutto a partecipare. Abbiamo capito che il benessere non arriverà da sistemi economici che hanno con evidenza dei fatti fallito, ma che c’è bisogno di promuovere un’economia più locale, più legata al proprio territorio. Abbiamo capito che non c’è futuro, né salute, né benessere se inquiniamo l’aria che respiriamo e le falde che ci alimentano.

Oggi cogliamo l’occasione per ringraziare le centinaia di persone che ci hanno seguito durante il 2013 e che ci hanno votato nella simpatica competizione cittadina di Bisceglie In Diretta, facendoci vincere la gara per la Personalità dell’anno nella sezione Attivismo civico con 541 voti unici. Un anno che ci ha visti insieme in dodici ciclo-escursioni di massa, alla scoperta delle meraviglie che il nostro territorio offre dal punto di vista storico, artistico, culturale e gastronomico; un anno che ci ha visti vicini ai bambini delle scuole elementari nella realizzazione dei Piedibus della scorsa primavera; che ci ha visto creare il servizio cittadino di cicloturismo; che ha visto il nostro collaboratore Avv. Enzo Povia diventare coordinatore FIAB per la Puglia e la Basilicata; che ci ha visto installare nuove rastrelliere insieme agli amici del Rotaract; e che ci ha visto collaborare insieme a tanta gente e tante associazioni in numerose iniziative. Grazie di cuore a chi ci sostiene, a chi capisce che con poco si può ottenere tanto a vantaggio di tutti. E un augurio per il 2014, che ci si affranchi da vecchi alibi chiamati parcheggi, scudi crociati dell’immobilismo, per poter finalmente vedere il centro storico e gli assi commerciali chiusi al traffico, con tanti biscegliesi passeggiare godendo appieno della nostra città, finalmente con aria pulita”.




Ambiente / Attualità // Scritto da La Redazione // 6 gennaio 2014