Battiti Live, l’altra faccia della medaglia

Cronaca // Scritto da Cristina Scarasciullo // 18 agosto 2016

Battiti Live, l’altra faccia della medaglia

Immondizia ovunque all’Arena del mare al termine del grande concerto-evento

Dopo la splendida serata di mercoledì 17 agosto, tappa conclusiva di Battiti Live 2016, il risveglio per Bisceglie non è stato dei più dolci.

La splendida iniziativa di Radionorba ha riunito sotto il palco di Bisceglie decine di migliaia di persone pronte ad acclamare le star della nostra regione, che hanno condiviso il palco per una sera in ricordo delle vittime della strage ferroviaria ma il mattino seguente l’Arena del mare, location scelta per l’evento, è un tappeto di rifiuti: coloro che hanno assistito al concerto non hanno esitato a rendere lo spazio occupato un porcile. Cartacce, bottiglie e qualsiasi altro tipo di rifiuti sono stati lasciati dappertutto.

Le cattive abitudini non cambiano mai, anche dopo una serata dedicata allo “splendido cuore della Puglia” il risultato è lo stesso. È troppo difficile tenere i rifiuti in tasca fino a quando non si incontra il primo bidone: meglio lasciarli per terra, tanto qualcun altro si occuperà di pulire. Troppo comodo. Troppo comodo professare di essere unico popolo, di essere capaci di affrontare le difficoltà tutti insieme, e poi non comportarsi di conseguenza.

Dovrebbe essere in queste piccole azioni che dovrebbe emergere lo spirito di unità che tanto è stato elogiato sul palco. In teoria, non dovrebbero essere necessarie le luci dei riflettori per smuovere le coscienze dei pugliesi. In pratica, dopo il concerto l’Arena del mare è stata ridotta a un mare di immondizia. Cambierà mai questa situazione?

Cristina Scarasciullo

Chi è Cristina Scarasciullo

Cristina Scarasciullo ha conseguito la maturità scientifica presso il liceo "Da Vinci" di Bisceglie, ed è iscritta alla facoltà di scienze della comunicazione presso l'università degli studi di Bari "Aldo Moro". Collaboratrice di Bisceglie in Diretta, coltiva il sogno di diventare una giornalista d'inchiesta fin da bambina. Il suo punto di riferimento è Giancarlo Siani.




Cronaca // Scritto da Cristina Scarasciullo // 18 agosto 2016