BASKET, LA FINALE – La splendida avventura dell’Ambrosia si conclude fra gli applausi del PalaDolmen

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 13 giugno 2014

BASKET, LA FINALE – La splendida avventura dell’Ambrosia si conclude fra gli applausi del PalaDolmen


Ambrosia Basket, splendida stagione (foto Fabrizio Ardito)

Ambrosia Basket, splendida stagione (foto Fabrizio Ardito)

Ambrosia Bisceglie-Scafati 68-82

Ambrosia Bisceglie: Corvino 11 (2/3, 0/2), Torresi 5 (0/2, 1/4), Gambarota 11 (2/3, 2/3), Drigo 25 (6/8, 3/4), Storchi 2 (1/2, 0/1), Abassi 8 (3/5), Cena 6 (3/5, 0/2), Chiriatti (0/2), Merletto, Rianna. Allenatore: Pasquale Scoccimarro.
Scafati: Di Capua 8 (2/4, 1/5), Zaccariello 8 (0/1, 2/7), Ruggiero 23 (6/8, 3/9), Requena 5 (1/5, 1/3), Antonelli 4 (2/3), Moruzzi 15 (3/5, 3/5), Chiacig 11 (5/9), Matrone 8 (3/4, 0/1), Izzo. N.e.: Gamaleri. Allenatore: Domenico Sorgentone.
Arbitri: Isimbaldi di Briosco (Monza e Brianza), Dori di Virano (Venezia).
Parziali: 17-26; 28-46; 46-60.
Note: spettatori 2000. Uscito per cinque falli: Storchi. Fallo tecnico: Storchi. Tiri da due: Ambrosia Bisceglie 17/30, Scafati 22/38. Tiri da tre: Ambrosia Bisceglie 6/16, Scafati 10/30. Tiri liberi: Ambrosia Bisceglie 16/21, Scafati 8/19. Rimbalzi: Ambrosia Bisceglie 37 (27+10, Drigo 10), Scafati 20 (14+6, Zaccariello 5). Assist: Ambrosia Bisceglie 8 (Corvino 3), Scafati 9 (Zaccariello 9).

Gli applausi, scroscianti, sono tutti per la più inaspettata delle grandi protagoniste della DNB. L’Ambrosia Bisceglie le ha provate tutte ma non ha potuto nulla al confronto con uno Scafati capace di alzare i giri a livelli da playoff di Legadue Silver. Il super team messo nelle mani di coach Mimmo Sorgentone ha guadagnato meritatamente il diritto a disputare gli spareggi promozione di sabato 21 e domenica 22 giugno sul parquet di Cervia per conquistare uno dei tre posti (su quattro partecipanti) a disposizione per il salto di categoria.

L’indiiscussa superiorità mostrata da Scafati nella serie di finale non ha tolto valore a quanto compiuto dalla formazione allenata da Pasquale Scoccimarro. Costruita per entrare fra le prime otto del girone D, l’Ambrosia ha cambiato pelle e passo a dicembre, con l’ingaggio di Valerio Corvino. Il contributo del playmaker foggiano è andato oltre le prestazioni individuali sul rettangolo di gioco: ciascuno degli atleti nerazzurri ha tratto insegnamenti preziosissimi ed è cresciuto sotto tutti i punti di vista. Il dato incontrovertibile che ha reso l’idea della splendida stagione dell’Ambrosia è il miglioramento di tutti i giocatori. Merito del coach e di uno staff tecnico competente che ha lavorato in sintonia.

Gara 2 è durata quanto gara 1: gli ospiti hanno fatto valere il maggiore tasso tecnico. Antonio Ruggiero ha fatto canestro in qualsiasi modo, che fosse in contropiede o in step-back, col passo d’incrocio o in sospensione. I diversi e orgogliosi tentativi nerazzurri di ricucire lo strappo che si è subito creato sono stati vanificati dai canestri dell’ex Cus Bari nei momenti più caldi (per tre volte Bisceglie è risalita sul -11), in un clima reso eccessivamente rovente dall’imperfetto arbitraggio e da eccessi nervosi evitabili.

Mathias Drigo ha chiuso con una doppia doppia (25 punti e 10 rimbalzi) degli straordinari playoff nei quali ha fatto la differenza sul piano tattico, soprattutto nei quarti con Martina e nelle semifinali con Agropoli ma tutta l’Ambrosia si è espressa oltre ogni aspettativa, regalando alla società e al suo pubblico una finale insperata.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 13 giugno 2014