BASKET, E’ SIENA LA TERZA PROMOSSA IN A2. AGROPOLI RESTA AL PALO

Sport // Scritto da Vito Troilo // 14 giugno 2015

BASKET, E’ SIENA LA TERZA PROMOSSA IN A2. AGROPOLI RESTA AL PALO


La vincitrice del girone D cede anche nell’ultima chance alla Mens Sana. Ai campani non rimane che confidare in un ripescaggio

E’ la Mens Sana Siena la terza formazione promossa dal campionato di Serie B alla nuova Serie A2 unificata. Il collettivo toscano guidato da coach Matteo Mecacci ha sconfitto Agropoli (73-54) nell’ultima chance della Final Four di Forlì. Un vero peccato per il team allenato da Antonio Paternoster, che ha conquistato meritatamente il successo nei playoff del girone D prevalendo su compagini di livello come Palermo e la stessa Ambrosia Bisceglie ma nel match di domenica pomeriggio al PalaFiera ha ceduto il passo alla maggiore fisicità dei biancoverdi.

Suscita scalpore l’ennesima prestazione sottotono di Riccardo Romano (3 punti appena con 0-5 al tiro), già negativo nel confronto di sabato con Rieti; impossibile per i cilentani prescindere dal contributo dell’esterno come del playmaker Roberto Marulli, che a 24 ore di distanza dai 29 punti nella prima finale coi laziali non si è ripetuto e ha chiuso anzi con 2 punti segnati, 0-5 dal campo e 4 palle perse. Insufficienti anche le percentuali dell’ex nerazzurro Davide Serino (17 punti ma con 7-17 da due). Siena ha sempre condotto nel punteggio e nella terza frazione conclusiva ha preso il largo (49-34 al 23°), nulla concedendo agli avversari.

Siena, Fortitudo Bologna e Rieti festeggiano il ritorno nel basket che conta. Agropoli non potrà che confidare in un ripescaggio per coronare il sogno di partecipare al prossimo secondo campionato nazionale.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 14 giugno 2015