Banca Popolare di Bari, riunito il Comitato per la tutela degli azionisti

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 23 dicembre 2016

Banca Popolare di Bari, riunito il Comitato per la tutela degli azionisti


Giovedì 22 dicembre il Comitato per la tutela degli azionisti della Banca Popolare di Bari ha incontrato i propri soci, azionisti della banca, per analizzare le ultime novità.

Il Consiglio di Stato, con provvedimento dello scorso 2 dicembre, ha chiesto alla Corte Costituzionale di verificare l’incostituzionalità del Decreto sulle banche popolari; in particolare l’attenzione del Consiglio di Stato si è concentrata nella parte in cui si prevede che l’azionista ha il diritto di recedere, ma non di esercitare il diritto alla liquidazione delle azioni, e quindi di ottenere il rimborso del prezzo delle azioni. Nel caso in cui la Consulta dovesse accogliere il rilievo, a seguito della trasformazione della Banca Popolare di Bari in Società per Azioni ogni socio potrà recedere con diritto al rimborso di quanto detiene sulla base del valore fissato attualmente. Non è esclusa anche l’abrogazione dell’intera legge.

Secondo quanto trapelato il governo sarebbe pronto a varare in Consiglio dei ministri un nuovo decreto sulle banche che dovrebbe comprendere un intervento sulle banche popolari, mirato al rinvio del termine ultimo per la loro trasformazione in Società per Azioni.

Il Comitato per la tutela degli azionisti ha chiesto di dare attuazione alla costituzione di un fondo di solidarietà per gli azionisti in difficoltà e seguire la raccomandazione Consob, che prescrive alle banche di avvalersi, ai fini della negoziazione dei propri titoli azionari, di un mercato secondario regolamentato che garantisca sia trasparenza alle vendite e sia, soprattutto, liquidità a tutti i titoli azionari presenti sulla piattaforma.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 23 dicembre 2016