ATLETICO CASSANO-SANTOS CLUB 9-2 | Severo ko per i gialloblu, autori di una prova positiva sul campo della capolista

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 22 novembre 2015

ATLETICO CASSANO-SANTOS CLUB 9-2 | Severo ko per i gialloblu, autori di una prova positiva sul campo della capolista


I biscegliesi restano a lungo in partita, ma alcuni errori (anche arbitrali) vanificano ogni sforzo

Atletico Cassano-Santos Club 9-2

Atletico Cassano: Genchi, Vinciguerra, Vera, Volarig, Lestingi, Anastasia, Lemonache, Kiko, Sciannamblo, Belviso, Bellantuono, Grieco. Allenatore: Angelo Mastrocesare.
Santos Club: Di Pilato, La Notte, F. Uva, Pastore, D’Elia, G. Di Benedetto, De Gennaro, Gallo, S. Di Benedetto, I. Uva, G. Preziosa, Di Fazio. Allenatore: Francesco Tritto.
Arbitri: Bottalico (Bari), Decorato (Barletta)
Reti: 11° Sciannamblo, 31° p.t. Vera, 31° De Gennaro, 41° Kiko, 42° e 43° Lestingi, 52° Pastore, 56° Sciannamblo, 57° e 58° Anastasia, 60°Vinciguerra.
Ammoniti
: De Gennaro, G. Preziosa, D’Elia, Lestingi.
Note: al 56° Sciannamblo sbaglia un tiro libero.

Primo ko esterno (quinto complessivo) per il Santos Club, sconfitto 9-2 sul campo della capolista Atletico Cassano. E’ un passivo fin troppo severo e immeritato quello incassato dai gialloblu, autori tuttavia di una prestazione di spessore contro la formazione più attrezzata per il salto di categoria.
Il team allenato da Francesco Tritto è rimasto in gara fino alla metà del secondo tempo, salvo poi, per diverse circostanze, alzare bandiera bianca nel finale di gara.

Il trainer biscegliese ritrova due pedine importanti come De Gennaro e La Notte, quest’ultimo schierato nel quintetto iniziale con Di Pilato, Francesco Uva, Pastore e D’Elia.
Nella prima frazione il Santos Club si difende con ordine e punge di rimessa: al 3° Francesco Uva, al quale è stato affidata la fascia da capitano al posto dell’indisponibile D’Addato, prova la conclusione dalla banda destra che termina di poco a lato. Nei minuti successivi i gialloblu recriminano per un calcio di rigore non concesso per un intervento falloso ai danni di Pastore.

Al 10° l’iberico Kiko scalda le mani a Di Pilato con una forte conclusione ravvicinata in area di rigore, ma l’estremo gialloblu nulla potrà sull’azione successiva che porterà all’1-0 della formazione murgiana, manovrata sulla banda sinistra dallo stesso Kiko e finalizzata con freddezza dal topo scorer locale Sciannamblo.

Il Santos Club non si scoraggia e pochi secondi si rende pericoloso con una bella triangolazione tra Gianni D’Elia e Francesco Uva, il cui tiro si spedisce fuori di poco. Ci prova due volte Sciannamblo per l’Atletico Cassano, ma la chance più importante capita sul piede di De Gennaro che, servito perfettamente da Gianluca Di Benedetto, supera in velocità un avversario sulla banda sinistra e calcia un forte diagonale, costringendo ad una parata da applausi l’estremo locale Genchi.

I biscegliesi spingono l’acceleratore e giocano a viso aperto, creando non pochi grattacapi al forte roster dell’Atletico Cassano: ci provano il pivot Stefano Gallo e Domenico De Gennaro in altre due occasioni, sulle quali sono nuovamente decisivi gli interventi dell’estremo barese. I padroni di casa non brillano, rendendosi però pericolosi due volte con il solito Sciannamblo che impegna due volte Di Pilato. Tra il 24° e 27° il Santos Club sfiora nuovamente la rete del pari, prima con Gianluca Di Benedetto, poi con il top scorer Gianni D’Elia che, su rapida azione di contropiede, supera in velocità un avversario, trovandosi a tu per tu con Genchi, quest’ultimo bravo nuovamente nel chiudere l’angolo, mantenendo così la sua porta inviolata.

Al 28° proteste del Santos Club per un solare doppio intervento falloso ai danni del laterale gialloblu Pastore: la mancata concessione del calcio di punizione dà il là ad un 3 contro 1 in favore dei padroni di casa, azione salvata in extremis grazie ad una pronta respinta dell’estremo Di Pilato sull’esperto Walter Vera. Dopo aver accarezzato a lungo la rete del pari, arriva la doccia fredda, firmata proprio dall’italo-argentino, che in un batter d’occhio addomestica un difficile pallone dal limite dell’area e lascia partire una precisa conclusione, firmando così la rete del beffardo 2-0.

Ad inizio ripresa ritmi molto alti, almeno fino al quarto d’ora. Dopo 30” “Dudù” De Gennaro dimezza lo svantaggio: il numero 11 biscegliese supera in velocità Lestingi, smarca l’estremo Genchi e insacca la rete del momentaneo 2-1. Al 33° il Santos Club crea una grande chance con Agostino Pastore, a tu per tu con Genchi in area di rigore, ma si lascia “ipnotizzare” dalla pronta risposta del numero 1 murgiano. Nei minuti successivi i ragazzi di mister Tritto lottano su ogni pallone con grinta, determinazione e spirito di sacrificio, non trovando però il guizzo giusto per il gol del 2-2.

Al 41° il momento chiave del match: Kiko recupera un pallone che aveva ormai nettamente varcato il limite della linea che delimita la banda sinistra, viziando così un 3 contro 1 finalizzato dallo stesso giocatore iberico. Vibranti, ma allo stesso tempo inutili, le proteste del roster gialloblu, beffati nuovamente pochi secondi dopo per una mancata concessione di un penalty. Il team di mister Tritto, infatti, protesta giustamente per un tocco di mano in area da parte di un avversario: il duo arbitrale ferma il gioco, ma solo per concedere una presunta spinta di D’Elia ai danni di un avversario. Il tutto sotto gli occhi increduli del pubblico presente sugli spalti.

Vanificati ormai (o quasi) gli sforzi compiuti, il Santos Club perde la concentrazione, subendo due reti nei 120” successivi, entrambi firmati da Lestingi in tap-in, che firma il 5-1.
I minuti passano, ma l’Atletico Cassano mette un’ipoteca sulla vittoria. Negli ultimi 10′ mister Tritto decide di alternare il 5° di movimento (affidato a De Gennaro) a Di Pilato: una scelta che frutta subito gli effetti sperati visto che, poco dopo, Agostino Pastore insaccherà un tap-in, su preciso suggerimento di Gallo dalla banda destra. Nei minuti successivi Di Pilato è autore di una doppia respinta in area sulle potenti conclusioni di Kiko e Lemonache, mentre al 56° i biscegliesi commettono la sesta infrazione, ma Sciannamblo spreca il tiro libero calciando troppo a lato.

Tra il 56° e 57° l’Atletico Cassano colpisce dalla lunga distanza con Sciannamblo e Anastasia, che approfittano due volte dello spazio di porta lasciato dal 5° di movimento. Nei minuti successivi il Santos Club alza bandiera bianca, lasciando iniziativa ai locali, nuovamente a segno con Anastasia e Vinciguerra.

Con questa sconfitta il team del presidente Sangilli resta a quota 14 punti, scendendo però dall’ottavo all’undicesimo posto, e mantenendo sei lunghezze di distacco sulle inseguitrici Thuriae e Nettuno. Nel prossimo turno i gialloblu ospiteranno il Trulli e Grotte Castellana.

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 22 novembre 2015