ATLETICO CASSANO-DIAZ 2-2 | Pari prezioso e in rimonta dei biancorossi

Sport // Scritto da Vito Troilo // 18 novembre 2015

ATLETICO CASSANO-DIAZ 2-2 | Pari prezioso e in rimonta dei biancorossi


Ancora una volta sotto di due reti, i biscegliesi trovano le energie per risalire la china. La finalissima di Coppa Italia è più vicina (ritorno al PalaDolmen martedì 1° dicembre)

Atletico Cassano-Diaz Bisceglie 2-2

Atletico Cassano: Grieco, Vinciguerra, Vera, Giorgio, Lestingi, Anastasia, Lemonache, Kiko, Sciannamblo, Belviso, Bellantuono, Genchi. Allenatore: Angelo Mastrocesare.
Diaz Bisceglie: Povia, Preziosa, Di Pinto, Garofoli, Pedone, Dell’Orco, Cassanelli, De Cillis, Palermo, Valente, Tortora, Ciannella.
Arbitri: De Candia di Molfetta, De Palma di Bari.
Reti: 15° Lestingi , 40° Sciannamblo, 44° De Cillis, 56° Palermo.

Solidità mentale e grande determinazione hanno permesso alla Diaz di uscire indenne dalla trasferta del palasport “Angelilli” nel match d’andata delle semifinali di Coppa Italia. I biancorossi disporranno dell’opportunità di conseguire l’accesso alla finalissima nel retourn match in programma martedì 1° dicembre al PalaDolmen (fischio d’inizio fissato per le ore 21:00).

La formazione biscegliese ha impostato, come prevedibile, tutta la gara sulla difensiva, senza però rinunciare del tutto a proporre il suo gioco, specie di rimessa. Un bel calcio piazzato di Alberto Tortora e un’occasione per Sergio De Cillis i primi sussulti dell’incontro, in un primo tempo nel quale i murgiani sono progressivamente cresciuti, sfiorando a più riprese il gol con Vera, Kiko e Sciannamblo. La rete, nell’aria, è giunta a metà primo tempo con Lestingi, servito con precisione da Vera, abile a scagliare un diagonale sul secondo palo sul quale Vincenzo Povia non è potuto arrivare. L’estremo ospite si è riscattato pochi minuti più tardi con un riflesso decisivo sulla conclusione di Sciannamblo mentre sono risultati vani i tentativi dalla distanza di Lemonache e Kiko sul finire della prima frazione.

L’Atletico Cassano, evidentemente non pago dell’esiguo margine di vantaggio, ha cercato di incrementare il divario nella ripresa: un destro dell’iberico Kiko, in apertura di secondo tempo, ha sfiorato di un soffio il bersaglio. Il forcing della compagine di mister Mastrocesare ha fruttato il 2-0: palla vagante recuperata da Walter Vera e assist per Sciannamblo che ha insaccato. Con venti minuti ancora da giocare e sotto di due reti la Diaz (in panchina il patron Giuseppe Cortellino al posto di Maurizio Di Pinto, assente per motivi personali), ancora una volta, ha reagito dimostrando di essere diventata più matura rispetto alla passata stagione. Ha suonato la carica, come accade quasi sempre, Sergio De Cillis: gran tiro e traversa, sulla cui respinta Palermo ha provato ad approfittarne senza riuscire però a inquadrare lo specchio della porta.

La partita ha cambiato volto e il bomber biscegliese ha riaperto i giochi con una precisa conclusione che ha colpito il palo interno finendo in fondo al sacco. L’Atletico Cassano ha accusato il colpo e come un leone ferito ha replicato senza però riuscire a trovare subito il terzo gol (imprecisi Anastasia e Lestingi). Chance per Maurizio Valente, capace di superare anche l’estremo di casa in uscita: il suo tap-in è stato respinto sulla porta da Lemonache. Uno straordinario Povia si è opposto a Kiko e sul capovolgimento di fronte gli ospiti hanno trovato il preziosissimo gol del pareggio: puntata di Gigi Palermo dal centro e pallone in rete. L’ultima ghiotta occasione per i murgiani con l’assist di Kiko per Lestingi la cui correzione, a pochi passi dalla porta, è sfilata sul fondo. Il 2-2 premia la prudente condotta della Diaz.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 18 novembre 2015