Atletica, i biscegliesi mancano l’acuto ai campionati italiani indoor Juniores e Promesse

Sport // Scritto da Vito Troilo // 8 febbraio 2016

Atletica, i biscegliesi mancano l’acuto ai campionati italiani indoor Juniores e Promesse

Solo sesta Lucia Pasquale nella finale dei 400. Tre nulli per Antigua e 15° posto per Di Benedetto nel triplo
Terzo Tempo

Terzo Tempo

Un weekend cominciato sotto i migliori auspici e concluso senza acuti. I tre atleti biscegliesi impegnati in pista e sulle pedane del Banca Marche Palas di Ancona per i campionati italiani Juniores e Promesse indoor hanno disatteso le aspettative. Lucia Pasquale ha concluso al sesto posto la finale dei 400 metri piani Promesse: la 20enne biscegliese, malgrado il miglior tempo ottenuto nelle eliminatorie di sabato pomeriggio, ha lasciato campo libero alle agguerrite avversarie, concludendo al passo in 58″73, ben lontano dal 53″60 con cui Ayomide Folorunso ha centrato il titolo italiano, superando Raphaela Lukudo (54″25) e Irene Morelli (55″14). Peccato perché un piazzamento sul podio sarebbe stato tranquillamente alla portata dell’atleta tesserata per l’Olimpia Club Molfetta.

Tre nulli e gara conclusa anzitempo per Reymi Feliz Antigua nel triplo Juniores. Il biscegliese di origini dominicane ha pagato dazio alla tensione di partire con la terza miglior misura fra i partecipanti alla competizione. Quindicesimo posto per Corrado Di Benedetto, lontano dai 14 metri, che ha saltato 13.31 alla prima prova, facendo registrare successivamente un 13.23 e un nullo, restando fuori dalle prime otto posizioni che gli avrebbero dato diritto a ulteriori tre salti. Come da pronostico il tricolore è stato vinto da Tobia Bocchi dei Carabinieri con 15.52, alle cui spalle è giunto Fabio Camattari con 15.15 mentre il bronzo se l’è aggiudicato il romano Fabio Morseletto con un 14.45 inferiore di ben 32 centimetri al primato personale di Antigua.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 8 febbraio 2016