Atletica, Campionati Studenteschi: i risultati della seconda giornata

Sport // Scritto da Vito Troilo // 2 giugno 2016

Atletica, Campionati Studenteschi: i risultati della seconda giornata

Giovedì chiusura con la staffetta 4×100 della scuola media “Monterisi”: in ultima frazione la campionessa italiana Antonella Todisco

La splendida vittoria di Antonella Todisco è senz’altro il risultato più eclatante conseguito dagli atleti biscegliesi nel corso delle finali nazionali di atletica leggera dei Campionati Studenteschi allo Stadio dei Marmi di Roma. Nella seconda giornata di gare Sara Di Leo della scuola media “Battisti-Ferraris” ha disputato la finale del concorso di salto in alto ma non è riuscita ad andare oltre l’1.40, fallendo i tre tentativi a disposizione alla misura successiva (1.45) e ha così chiuso al dodicesimo posto. Poco male, considerando che l’atleta tesserata per la Pedone Riccardi, allenata da Porzia Caputi, era alla sua prima uscita in un contesto nazionale e ha pagato lo scotto dell’inesperienza (è nata nel 2003 ma ha gareggiato con le 2002). Fuori in semifinale nei 1000 metri Emanuela Colamartino della “Riccardo Monterisi” (3’26″82).

La staffetta 4×100 della “Monterisi”, composta da Valeria Lacavalla, Silvia De Feudis, Antonella Uva e Antonella Todisco, ha il decimo tempo d’accredito (56″40) e chiuderà il programma giovedì 2 giugno alle ore 11:55.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 2 giugno 2016