Asl Bat, 96.399 euro di contributi alle famiglie con soggetti affetti da autismo

Attualità // Scritto da Grazia Pia Attolini // 28 ottobre 2014

Asl Bat, 96.399 euro di contributi alle famiglie con soggetti affetti da autismo


Buone nuove per le famiglie con soggetti affetti da disturbi autistici. La Regione Puglia ha sbloccato fondi pari a 650.000 euro dei quali 96.399 euro sono stati destinati alla ASL di Barletta-Andria-Trani. Il contributo è rivolto ai cittadini pugliesi che si avvalgono del Metodo ABA ex art.9 LR 45/2008. La somma erogata da la possibilità, secondo l’ articolo 9 della legge regionale n. 45 del 23 Dicembre 2008, di contribuire alle spese non coperte dal Sistema Sanitario Regionale relative al trattamento riabilitativo di tipo comportamentale denominato ABA per le patologie dello spettro autistico. Alla Asl Bat, come nelle altre della Regione, la somma è stata stabilita in rapporto alla popolazione minorile residente nel territorio di competenza di ciascuna Azienda e dei contributi assegnati in base all’anno precedente.

L’iniziativa è stata fortemente voluta dal consigliere regionale del PD Filippo Caracciolo che così commenta:

In un momento economico difficile per tutti, si tratta di un fattivo sostegno di contribuzione alle spese non coperte dal Sistema Sanitario Regionale relative al trattamento riabilitativo di tipo comportamentale denominato metodo ABI. 

Oggi, apprendiamo – prosegue il consigliere regionale del Partito Democratico – che puntualmente dalla ASL BT si procede alla deliberazione mediante la quale viene recepita la disposizione regionale ma soprattutto si provvede al riconoscimento del contributo alle suddette famiglie. Ringrazio per questo motivo dirigenti e funzionari della locale azienda sanitaria, in primis il direttore generale Giovanni Gorgoni, per la grande sensibilità e dedizione ancora una volta mostrata rispetto ad una tematica delicata e meritevole della giusta considerazione.

Il mio impegno sul tema – conclude Filippo Caracciolo – è dettato dalle grandi difficoltà che ho riscontrato in numerose famiglie nel fronteggiare tutti impegni a cui devono far fronte. Per questo, nei mesi passati, mi sono fatto anche promotore della redazione delle Linee Guida regionali sull’autismo. Un risultato importante e che offre indicazioni ben precise alle ASL, agli operatori sanitari, alle strutture sociali e alle istituzioni scolastiche impegnate in Puglia per la diagnosi, la presa in carico, la cura e l’educazione di chi è vittima di autismo. L’altro passo importante compiuto sta nell’insediamento del tavolo regionale per l’autismo, istituito presso la sede dell’Assessorato al Welfare della Regione Puglia, mediante il quale si vogliono coinvolgere le famiglie, offrendo loro riferimenti puntuali su servizi e prospettive future atte a migliorare sempre più l’assistenza e il sostegno a tutte quelle persone purtroppo affette da disturbi dello spettro autistico.

 

 

Grazia Pia Attolini

Chi è Grazia Pia Attolini

Giornalista pubblicista, laureata in Lettere moderne, sta completando gli studi universitari in Filologia Moderna. Attualmente è in Servizio Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Protezione Civile e si occupa di comunicazione, social media, stampa, diffusione della conoscenza. Redattrice di Bisceglie in Diretta dal 2010, ha ricoperto anche la carica di segretario di redazione. Ha collaborato con Radio Centro e si occupa della presentazione di eventi e incontri culturali. Responsabile della comunicazione dell'associazione Giovanni Paolo II, intervista personalità di spicco del Vaticano, del mondo dello spettacolo e della società civile. Attiva nel sociale e nel volontariato, è anche capo scout.




Attualità // Scritto da Grazia Pia Attolini // 28 ottobre 2014