ARO BARLETTA -TRANI-BISCEGLIE, IL COORDINAMENTO RIFIUTI ZERO VUOLE CHIAREZZA

Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 18 luglio 2013

ARO BARLETTA -TRANI-BISCEGLIE, IL COORDINAMENTO RIFIUTI ZERO VUOLE CHIAREZZA


Nuovi cassonetti per la 167Con la firma congiunta del commissario prefettizio Gianfelice Bellesini, del commissario prefettizio Manzone di Barletta e del sindaco Riserbato di Trani,  lo scorso aprile è nata l’ARO Bat 1, la nuova entità che vedrà Barletta, Trani e Bisceglie condividere  un servizio unico per la raccolta e la gestione dei rifiuti.

La sigla della convenzione, atto automatico e conseguente alla Legge regionale 20 agosto 2012 , n° 24 “Rafforzamento delle pubbliche funzioni nell’organizzazione e nel governo dei Servizi pubblici locali” , vede oggi i tre Comuni interagire con i rispettivi sindaci, al fine di prendere accordi su quello che sarà il futuro dell’igiene pubblica in un territorio controverso, che ancora deve imparare a gestire i suoi scarti.

Per vederci chiaro sulla questione, i comitati “Rifiuti zero” del territorio Aro Bat 1, coordinati da Alessandro Zagaria, portavoce per la Regione Puglia, Sabrina Salerno, portavoce per la Provincia Barletta – Andria – Trani e per il Comune di Barletta, Anna Rossi, portavoce per il Comune di Trani e Pietro Pasquale, portavoce per il Comune di Bisceglie, sempre da aprile impegnati nella raccolta firme per l’approvazione della proposta di legge, hanno fatto formale richiesta di incontro ai sindaci Riserbato, Spina e Cascella.

«Questo anche per assicurare l’informazione continua e trasparente alle comunità in materia di ambiente e rifiuti – spiegano i tre coordinatori -, secondo quanto prescritto dalla Carta di Ottawa del 1986, dal D. Lgs n. 502/2006, art. 13, dalla Carta di Aalborg del 1994, ed affinché i cittadini siano messi in grado di controllare i determinanti di salute per la promozione della salute stessa e di partecipare alla formazione delle decisioni istituzionali per la gestione dei rischi ambientali e sanitari in tutte le fasi connesse al ciclo dei rifiuti (Convenzione di Aarhus 26.6.1998, Direttiva 2003/35/CE, Direttiva “2008/98/CE). L’auspicio è che, grazie ad un pronto e sollecito riscontro, si possa, senza ulteriori indugi, intraprendere un percorso virtuoso e legale, in cui istituzioni e cittadini possano camminare, gli uni a fianco agli altri, verso il raggiungimento di un auspicabile interesse comune».

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 18 luglio 2013