ARCADIA-REAL STATTE 1-7. Si conclude la stagione del debutto rossonero in Serie A

Sport // Scritto da Donatella Todisco // 14 aprile 2015

ARCADIA-REAL STATTE 1-7. Si conclude la stagione del debutto rossonero in Serie A


Il team del presidente Alessandro Prete, largamente rimaneggiato, cede come previsto alla schiacciasassi tarantina. In archivio un campionato soddisfacente, chiuso al nono posto da matricola

Arcadia Bisceglie-Real Statte 1-7

Arcadia Bisceglie: Ciangiotta, Carbone, Soldano, Porta, Pinto, Gadaleta, Muggeo, De Bari, Laurora, Boccanegra, Chierico.
Real Statte: Margarito, Dalla Villa, Sanchez, Azevedo, Nicoletti, Gallo, Guerra, Dipierro, D’Ippolito, Russo, Bianco, Caramia. Allenatore: Marzella.
Arbitri: De Ninno di Foggia, Luca Michele De Candia di Molfetta. Cronometrista: Domenico De Candia di Molfetta.
Reti: 2’25” Sanchez, 3’58” SAnchez, 7’10” Dalla Villa, 7’30″Sanchez, 13’20” Sanchez, 15’30” Dalla Villa, 32’15” Pinto, 34’48” Sanchez.
Note: ammonite Carbone, Porta. Espulsa: Ciangiotta.

Il primo campionato di serie A dell’Arcadia si è concluso con una prevedibile sconfitta contro la capolista Real Statte con il risultato di 1-7. Reduce dal kappaò di Fasano, che ha posto fine ai sogni play off, la formazione biscegliese ha cercato di onorare il campionato nel migliore dei modi davanti al pubblico del PalaDolmen.

Sin dalla vigilia il match con le prime della classe del girone C si preannunciava alquanto difficile, dato che le tarantine hanno vinto tutte le partite registrando numeri da record con 207 reti realizzate e soli 23 gol subiti. L’Arcadia era peraltro fortemente rimaneggiata a causa delle squalifiche per i provvedimenti disciplinati relativi alla partita di Fasano del capitano La Rossa, del portiere Tempesta, di Begoña Campaña Guerrero e del tecnico Ventura.

Il Real Statte è partito subito forte imponendo il suo ritmo di gioco e costruendo diverse azioni offensive nella metà campo biscegliese. Al 2’25” Sanchez ha sbloccato il risultato in favore della formazione ospite. Dopo poco più di un minuto la fortissima spagnola ha realizzato la sua seconda rete. L’Arcadia ha provato a reagire con le ripartenze impostate da Soldano (capitano di giornata), rivelatesi troppo inconsistenti per impensierire la difesa avversaria.

La formazione rossoblù ha continuato a produrre un buon gioco e al 7’10” Dalla Villa ha beffato l’estremo difensore biscegliese Ciangiotta, fissando il punteggio sullo 0-3. L’Arcadia è entrata in confusione e dopo appena 20″ Sanchez ha beffato nuovamente la difesa di casa, incrementando il vantaggio ospite.

Al 10’46” si è registrata una delle poche iniziative d’attacco delle rossonere con Soldano che è riuscita a girarsi in area, ma la sua conclusione è stata respinta dall’attento portiere Margarito. Prima dell’intervallo c’è stato il tempo per altre due reti siglate dalla coppia Sanchez-Dalla Villa che hanno letteralmente travolto l’Arcadia, fissando il punteggio sullo 0-6.

Nella ripresa la formazione di mister Ventura è entrata in campo con una mentalità diversa e ha provato ad accorciare le distanze inserendo prima Soldano e poi Porta nel ruolo di portiere di movimento. Mari Pinto è riuscita a siglare il gol della bandiera dopo due minuti e 15 secondi. L’Arcadia è riuscita a creare superiorità numerica sul parquet, pur senza ottenere alcun risultato. Pinto si è resa ancora pericolosa in un paio di occasioni ma Margarito è stata brava a sventare ogni pericolo, come anche su Porta al 34’32”. Pochi secondi più tardi Sanchez ha chiuso definitivamente i conti siglando la sua 92a rete stagionale, confermandosi capocannoniere del girone C.

Negli ultimi cinque minuti di gioco Laurora e Pinto hanno avuto l’opportunità di realizzare il secondo gol biscegliese ma il risultato è rimasto invariato. A 34″ dal termine della partita l’estremo difensore rossonero Ciangiotta è stato espulso per aver toccato fuori dall’area con le mani una palla indirizzata in rete.

Il Real Statte ha chiuso la regular season a punteggio pieno con 78 punti (26 vittorie su 26 partite giocate). L’invincibile armata tarantina si prepara ad sostenere la lotta per lo scudetto, che avrà inizio a Roma, sul campo dell’Olimpus, domenica 26 aprile. Il Cus Potenza, ancorato a 0 punti, è retrocesso nei campionati regionali.

L’ultima e prevedibile sconfitta non macchia assolutamente il buon percorso compiuto dal team del presidente Alessandro Prete, al debutto in serie A. Sopratutto nel girone di ritorno, l’Arcadia ha ottenuto buoni risultati sfiorando l’accesso ai play off. Il bilancio conclusivo è di 36 punti per un nono posto a testa alta, con la consapevolezza di aver dato il massimo senza sfigurare, anzi crescendo esponenzialmente nel corso della stagione.




Sport // Scritto da Donatella Todisco // 14 aprile 2015