Appalto rifiuti: la Camassa si conferma gestore per i prossimi sette anni

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 30 giugno 2016

Appalto rifiuti: la Camassa si conferma gestore per i prossimi sette anni


È la CamassAmbiente ad aggiudicarsi l’appalto settennale per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti a Bisceglie. Il bando per l’“Affidamento dei servizi di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani e speciali assimilabili agli urbani e dei servizi igiene urbana nel Comune di Bisceglie” era stato lanciato dal Comune, in base alla delega ricevuta dall’ARO il 1° dicembre 2015.

47.777.687,35 euro l’importo a base d’asta definito dagli esperti della ESPER (i superconsulenti a cui il Comune si era rivolto per ottimizzare il processo di raccolta e smaltimento), per un servizio che prevede la raccolta porta a porta per tutte le frazioni di rifiuto nell’intero territorio cittadino, la raccolta di indumenti usati, di carcasse di animali morti dal suolo comunale, la raccolta di siringhe, escrementi e di tutti i rifiuti speciali prodotti durante le attività portuali. Sono esclusi, invece, i costi di trattamento del materiale da smaltire.

La firma del contratto avverrà, salvo ricorsi da parte di terzi, allo scadere dei 30 giorni concessi ai concorrenti per la presentazione di eventuali contestazioni. Tuttavia sarà data esecuzione anticipata in via d’urgenza al nuovo contratto, dato l’obbligo di continuità nel servizio.

Resta tuttavia fermo il fatto che, qualora l’ARO 1 BT, costituito dai comuni di Bisceglie, Barletta e Trani, decidesse di dare avvio ai servizi di raccolta unificata in tutto l’ambito prima dello scadere dei 7 anni, la Camassa sarà tenuta al recesso anticipato e ad un progressivo passaggio al nuovo gestore unico di tutti i servizi.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 30 giugno 2016