Appalto autovelox, interrogazione consiliare congiunta di Angarano, Boccia, Casella e Russo: «Gara regolare?»

Politica // Scritto da Vito Troilo // 24 marzo 2015

Appalto autovelox, interrogazione consiliare congiunta di Angarano, Boccia, Casella e Russo: «Gara regolare?»


I firmatari chiedono ragguagli all’amministrazione comunale riguardo la situazione della società aggiudicatrice

La mossa, sul piano tattico, ha un suo perché e non si fa troppa fatica a comprenderlo. L’interrogazione consiliare inerente l’aggiudicazione dell’appalto per l’installazione di sistemi di rilevazione automatica delle infrazioni del codice della strada all’A. T. I. Italtraff srl – Cerin srl è allo stesso tempo un legittimo intervento di un esponente dell’opposizione (Gianni Casella) sulle vicende amministrative e una stuzzicante proposizione dell’unità di intenti con il parlamentare democratico Francesco Boccia, il consigliere comunale del PD Angelantonio Angarano e il consigliere comunale Carmen Russo, eletta nella lista della Democrazia Cristiana per poi aderire al Nuovo Centrodestra.

LA PORTATA POLITICA: NCD DA CHE PARTE STA?

La nota definisce i firmatari dell’interrogazione come «i consiglieri dei principali partiti dell’opposizione al comune di Bisceglie, Partito Democratico, Democrazia Cristiana e Nuovo Centrodestra» e naturalmente riapre una breccia sulla curiosa situazione di NCD, rappresentato in consiglio comunale da Enzo Di Pierro e Pierpaolo Pedone in maggioranza e da Carmen Russo all’opposizione, il cui coordinatore provinciale Vittorio Fata è vicesindaco di Francesco Spina. Di certo quanto sta succedendo a livello regionale, con la querelle Fitto-Schittulli, non aiuta a fare chiarezza.

Angelantonio Angarano, consigliere comunale del Partito Democratico

Angelantonio Angarano, consigliere comunale del Partito Democratico

LA GARA E’ DAVVERO REGOLARE?

Oltre la portata e il significato politico dell’interrogazione è doveroso entrare nel merito di quanto richiesto dai quattro firmatari. Il tema è l’appalto per la «fornitura, posa in opera e manutenzione ordinaria e straordinaria di apparecchiature per la rilevazione automatica delle infrazioni al codice della strada, di telecamere di videosorveglianza a completamento di quelle già esistenti in dotazione alla polizia municipale, gestione tecnica delle procedure sanzionatorie, servizio legale avverso i ricorsi proposti dai contravventori e per il recupero coattivo delle infrazioni non oblate nei termini di legge e per le quali non e’ stato presentato ricorso».

I consiglieri d’opposizione «ritengono assolutamente necessario ed urgente avere chiarimenti circa il rispetto di alcuni passaggi fondamentali del procedimento poiché le buone pratiche degli enti territoriali sono importanti e il loro valore sta nella concretezza di azioni che devono essere declinate in modo assolutamente non ambiguo.

Una “controversa“ morosità con l’Agenzia delle Entrate, la mancanza delle referenze bancarie, l’omessa allegazione di documenti: queste le carenze dei requisiti che avrebbero dovuto imporre ai sensi di legge la non omologazione ed aggiudicazione della gara».

Gianni Casella e Carmen Russo

Da sinistra: Tonia Spina, Carmen Russo, Gianni Casella

Angarano, Boccia, Casella e Russo chiedono «risposta sul percorso logico seguito per la valutazione e l’aggiudicazione ed in particolare della sostituzione di una bozza di determinazione del 12 settembre 2014, nella quale si stabiliva di non omologare il risultato di gara per carenza dei requisiti di cui all’articolo 41 comma 1 lettera A del decreto legislativo 163/2006 con invito alla trasmissione del provvedimento alla Procura della Repubblica ed all’Anac (Autorità Nazionale Anti Corruzione), con altra determinazione che in data 25 settembre 2014 aggiudicava in via definitiva la gara» convinti che «i temi della legalità e della trasparenza, in questa fase storica stiano subendo un costante impoverimento nel sistema pubblico e che al centro dell’azione amministrativa debba esservi il paradigma imprenscindibile del rispetto della legge e della trasparenza normativa».

L’interrogazione non riporta l’adesione degli altri tre esponenti dell’opposizione in consiglio comunale: l’indipendente Gigi Di Tullio, Tonia Spina di Forza Italia e Dodo Storelli, eletto con la lista civica “Il torrione”.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 24 marzo 2015