Angarano risponde a Galantino: «Dov’erano lui e Spina quando noi costruivamo il PD?»

Politica // Scritto da Vito Troilo // 24 maggio 2016

Angarano risponde a Galantino: «Dov’erano lui e Spina quando noi costruivamo il PD?»

Il capogruppo consiliare: «Caro Tommaso, mi piacerebbe che dopo ogni “dieci” comunicati di giubilo per Spina, tu ne facessi almeno uno sui problemi di questa città»

Il capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale Angelantonio Angarano ha risposto alla nota diffusa da Tommaso Galantino, divenuto domenica componente del direttivo regionale.

«Per buona abitudine e per carattere non rispondo alle provocazioni, soprattutto se mosse per rivalsa, spirito di polemica o per far solo del male.

Ma leggendo le dichiarazioni di qualche dirigente di lungo corso del mio partito devo ammettere che la provocazione ha anche effetti positivi, soprattutto quando è così scomposta da far emergere i comportamenti irrazionali, esageratamente aggressivi o ridicoli dei provocatori stessi.

Come interpretare diversamente le – irrazionali – accuse al “suo” partito cittadino ed ai suoi più autorevoli esponenti istituzionali, gli – aggressivi – attacchi alle correnti di maggioranza o semplicemente a chi la pensa diversamente, le – ridicole – manifestazioni di felicità per l'”assalto” di Spina (o almeno per la sua abilità comunicativa o fotogenica).

Il Pd di Bisceglie ha sempre cercato di essere un punto di riferimento per la politica cittadina con i suoi segretari, Mauro Di Pierro, Nicola Amoroso e Roberta Rigante, con i suoi consiglieri comunali, Bartolo Cozzoli, Carlo Rocco, Francesco Boccia e Angelantonio Angarano, con la dedizione e la competenza dei suoi dirigenti e con la passione dei suoi militanti e simpatizzanti. 

Dove erano Spina e la sua maggioranza  in tutto questo tempo? 

Non mi interessa: saranno i cittadini a giudicare l’operato quotidiano e coerente del PD di Bisceglie (che è all’opposizione, come deciso dai cittadini dei quali rispettiamo profondamente il “verdetto”) ed a stabilire se si è maturi e credibili per essere alternativa democratica.  

Mi piacerebbe sapere, invece, dove era Galantino quando non provocava, accusava o aggrediva il suo stesso partito cittadino?!?

Perché non abbiamo mai letto un suo intervento sui debiti fuori bilancio, le trattative private, il contenzioso fuori controllo, i contratti venticinquennali, le proroghe negli appalti, le manutenzioni, i contributi alle associazioni ed alle società sportive…

O, almeno, qualche proposta sul verde pubblico abbandonato, sui parchi chiusi, sulla mobilità sostenibile o sulla viabilità…

Caro Tommaso, continuo a rimanere dell’idea che non si debba cadere nelle provocazioni e per cui non ho mai fatto nemmeno caso alle tue “dimenticanze” politiche. 

Solo mi piacerebbe che dopo ogni “dieci” comunicati di giubilo per Spina, tu ne facessi almeno uno sui problemi di questa città; credo che ne gioverebbe la credibilità del PD cittadino già duramente compromessa dai politicanti e transfughi del finto civismo.

Ma soprattutto ne trarrebbe giovamento la buona politica, quella seria del dialogo civile e corretto; quella dell’impegno civico; quella che ha appassionato tutti noi che abbiamo contribuito a fondare il Pd con l’idea di realizzare un modello di democrazia e pluralismo vero».

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 24 maggio 2016