ANGARANO ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE: «RECEPIRE LE NOVITA’ REGIONALI SULL’EDILIZIA PUBBLICA»

Politica // Scritto da Vito Troilo // 11 aprile 2014

ANGARANO ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE: «RECEPIRE LE NOVITA’ REGIONALI SULL’EDILIZIA PUBBLICA»


Angelantonio Angarano

Angelantonio Angarano

Proposta del consigliere comunale democratico

Angelantonio Angarano, consigliere comunale del Partito Democratico, si rivolge all’amministrazione comunale affinché recepisca le novità emerse dal ddl regionale di riordino in materia di edilizia residenziale pubblica.

Il consiglio regionale ha di recente approvato il disegno di legge sulla “Nuova disciplina per l’assegnazione e la determinazione dei canoni di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica”.

Una legge capace di garantire la tutela degli inquilini tenendo altresì conto delle esigenze di efficace ed efficiente gestione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica.

La nuova normativa puntualizza e rende più concreto il riparto di funzioni in materia di edilizia residenziale pubblica tra regione e comuni rafforzando il ruolo regionale di indirizzo e programmazione e considerando i comuni quali soggetti attivi, attori responsabili del governo delle politiche abitative, capaci di adoperare i nuovi strumenti dell’urbanistica regionale per favorire investimenti pubblici e privati nell’edilizia sociale.

Tra le innovazioni introdotte l’attribuzione di maggiori poteri ai comuni in materia di assegnazione degli alloggi, in ossequio al principio di sussidiarietà; l’aggiornamento alle attuali condizioni socio economiche e standard abitativi dei punteggi da attribuire per la formazione delle graduatorie; l’attribuzione esclusivamente ai componenti il nucleo familiare della possibilità di subentro nell’alloggio; la fissazione di una penalità agli assegnatari che non aderiscono alla mobilità negli alloggi; l’introduzione dell’istituto della morosità incolpevole.

Tra le norme approvate riveste particolare importanza quella che consente di sanare le occupazioni abusive di alloggi di case popolari e, quindi, agli IACP di assegnare, al di fuori della graduatoria prevista, gli alloggi di edilizia residenziale pubblica occupati senza titolo da nuclei familiari il cui stato di particolare disagio socio-economico e di necessità dovrà essere accertato da parte dei servizi sociali dei comuni interessati.

A tal fine, il sottoscritto ed il Partito Democratico di Bisceglie chiedono all’amministrazione comunale di intervenire con tempestività al fine di individuare le famiglie aventi diritto.

Un censimento serio sulle occupazioni senza titolo degli alloggi di proprietà dello IACP di Bari e del comune di Bisceglie si rende indispensabile affinché questo enorme sforzo legislativo dell’assessore regionale alla casa Angela Barbanente, sia davvero efficace consentendo di dare risposte più rapide ai cittadini in questa fase di particolare difficoltà, attraverso una maggiore mobilità nell’acquisizione degli alloggi e una risposta più adeguata alla morosità incolpevole.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 11 aprile 2014