AMORUSO: RAGGIUNTO L’OBIETTIVO, ABBATTUTO IL “TOTEM”

Attualità / Politica // Scritto da La Redazione // 28 febbraio 2013

AMORUSO: RAGGIUNTO L’OBIETTIVO, ABBATTUTO IL “TOTEM”


Francesco Amoruso_01“Grazie. Un grazie lungo quanto tutta la nostra Puglia. Perché il risultato ottenuto dal Pdl alle urne, al di là dei critici tour court che ci davano spacciati, è un qualcosa di eccezionale. A cui va dato merito, in primis al carisma di Silvio Berlusconi che ci ha creduto prima di tutti e contro tutti i pronostici. Grazie ai territori per l’impegno instancabile di volontari e militanti. Grazie ai dirigenti locali, come Raffaele Fitto, Antonio Distaso, Luigi d’Ambrosio Lettieri.

Ma soprattutto grazie a voi: amici, conoscenti, vicini di casa, popolo dei social network che ci avete sostenuto senza un solo attimo di esitazione. E che con la vostra energia avete reso materialmente possibile questa rimonta che rimarrà nella storia del nostro Paese. Dimostrando che la rete non è solo ad appannaggio esclusivo di Grillo e dei suoi cinque stelle.

Qualcuno osserva che il Pdl rispetto al 2008 ha perso molti voti, ma lo stesso qualcuno dimentica che dall’altro lato della barricata il Pd ne ha persi circa quattro milioni di voti. E dunque è il vero sconfitto, come lo stesso direttore di Repubblica ricorda nel fondo di oggi. Voti che non sono stati surrogati dall’alleato Vendola. Ecco il vero flop di queste politiche. Ecco il totem che il Pdl nella nostra Puglia ha abbattuto come una tromba d’aria su uno spaventapasseri”.




Attualità / Politica // Scritto da La Redazione // 28 febbraio 2013
  • Maurizio P.

    Sarà un caso ma con tutti coloro che si parlava e si parla di politica e votazioni non ne ho trovato uno che con entusiasmo mi dicesse voterò il PDL, tutti condannanavano e condannano il cavaliere, ma in molti lo hanno votato.
    Mi chiedo, perchè i vostri elettori non escono allo scoperto, hanno vergogna, hanno qualcosa da nascondere.Forse il sistema di accattivarvi gli elettori non è il massimo di cui andarne fieri. Fatto stà che ancora una volta siamo nella m….rda grazie a voi la cui cosa importante è mantenere il culo su quella poltrona e poco importa della fine che state facendo fare al Popolo e la Nazione che tanto vi vantate di rappresentare.
    Dovete andarveneeeeeee!!!!!!!

  • Michelangelo Tarricone

    Non avete raggiunto nessun obiettivo, Senatore. Non si illuda!! Avete ragione, quando si vince è giusto che si festeggi con caviale e champagne e affissione di manifesti inneggianti alla vittoria. Ma poi tutto finisce. I problemi restano. L’obiettivo più importante da raggiungere è recuperare questa città fragile e causidica immersa in una palude con un futuro senza orizzonti.
    Il grande Pasolini parlando dei napoletani diceva che “sono una tribù che anzichè vivere nel deserto o nella savana, come i tuareg o i beja, vive nel ventre di una grande città di mare.
    Questa tribù ha deciso – in quanto tale, senza rispondere delle proprie possibili mutazioni coatte – di estinguersi, rifiutando il nuovo potere, ossia quella che noi chiamiamo storia o altrimenti la modernità.
    Ma la storia insegna, Senatore, che solo chi si è impastato con la “plebe” ha fatto rinascere ogni volta questa città purgatorio, sempre sospesa tra la dannazione e la gloria.
    Si convinca, Senatore,ormai la politica e le istituzioni sono come la televisione: un apparire pieno di parole e di sogni, che sembra essere presente nella realtà ma lo è solo, spesse volte, in modo ridicolo.