Alternativa Comunista: «La regione acquisisca gratuitamente la Cdp»

Attualità // Scritto da La Redazione // 30 settembre 2015

Alternativa Comunista: «La regione acquisisca gratuitamente la Cdp»


Il leader Michele Rizzi: «I debiti li paghino le autorità ecclesiastiche»

«Gli scandali che hanno attraversato la Casa Divina Provvidenza, i buchi di bilancio, l’amministrazione controllata in mano alla politica, stanno arrecando un danno enorme a servizi e lavoratori. Non è un caso che l’amministratore straordinario Bartolo Cozzoli abbia già messo le mani avanti annunciando che i lavoratori precari, infermieri, non vedranno rinnovati i loro contratti, oltre a confermare che l’azienda sanitaria verrà venduta al miglior offerente». Lo scrive Michele Rizzi, leader di Alternativa Comunista, in una nota.

«Non dimentichiamo il ruolo nefasto della politica istituzionale sulla struttura di ogni schieramento politico, gli scandali e i soldi pubblici che la regione ha da sempre versato nelle casse dell’ente ecclesiastico, molti dei quali, in base alle inchieste giudiziarie in corso, non sappiamo ancora in che tasche siano finiti.

Per questo, Alternativa comunista ritiene che la regione Puglia debba acquisire gratuitamente la struttura, stabilizzare tutti i lavoratori precari e quelli in scadenza di contratto che Cozzoli ha di fatto licenziato, mentre il pagamento dei debiti pregressi deve competere alle autorità ecclesiastiche. Altre soluzioni, non garantiscono occupazione, ma solo ulteriori fondi pubblici regalati ai nuovi privati che metterebbero le mani sulla struttura sanitaria convenzionata facendo solo ed esclusivamente profitto, come sempre».




Attualità // Scritto da La Redazione // 30 settembre 2015