Al terzo circolo didattico i festeggiamenti per il bicentenario della morte di San Giovanni Bosco

Attualità // Scritto da Cristina Scarasciullo // 27 gennaio 2016

Al terzo circolo didattico i festeggiamenti per il bicentenario della morte di San Giovanni Bosco

Una giornata per conoscere il sacerdote dei giovani

Correva l’anno 1815, e in una cascina vicino Asti nasceva Giovanni Bosco. Conosciuto come don Bosco, il presbitero ha consacrato la propria vita ai bambini, incontrandoli per le strade e diventando loro amico, per sottrarli a un futuro che appariva senza speranza. Per questa ragione, don Bosco è conosciuto come il sacerdote dei bambini e dei giovani.

Non tutti gli alunni del Terzo circolo didattico “San Giovanni Bosco” conoscono però questa storia, non tutti sanno per quale motivo frequentano una scuola intitolata al sacerdote.

In occasione delle celebrazioni per il duecentenario della nascita di don Bosco, e avvicinandosi la festa del santo, i bambini delle classi III, IV e V degli istituti del terzo circolo incontreranno nella mattinata di giovedì 28 gennaio, don Mimmo Sandivesci, padre salesiano che racconterà loro dell’uomo che da il nome alla loro scuola e che ha fondato l’ordine di cui lo stesso fa parte.

In preparazione a questa giornata, i docenti di religione hanno fatto vedere ai bambini film e documentari sulla vita del santo, prima di ascoltare il racconto dalla viva voce di don Mimmo. La giornata sarà inoltre allietata da canti dei bambini e si concluderà con la consegna di una targa a don Mimmo da parte del dirigente, i docenti e tutti gli alunni del terzo circolo didattico.

Cristina Scarasciullo

Chi è Cristina Scarasciullo

Cristina Scarasciullo ha conseguito la maturità scientifica presso il liceo "Da Vinci" di Bisceglie, ed è iscritta alla facoltà di scienze della comunicazione presso l'università degli studi di Bari "Aldo Moro". Collaboratrice di Bisceglie in Diretta, coltiva il sogno di diventare una giornalista d'inchiesta fin da bambina. Il suo punto di riferimento è Giancarlo Siani.




Attualità // Scritto da Cristina Scarasciullo // 27 gennaio 2016