Al Castello di Bisceglie presentazione del Servizio Volontario Europeo

Attualità // Scritto da Elisabetta De Mango // 7 dicembre 2016

Al Castello di Bisceglie presentazione del Servizio Volontario Europeo

Per la prima volta in Italia il progetto ha avuto una scuola come ente di accoglienza

Il Servizio Volontario Europeo “C.R.E.S.C.A” è un progetto di volontariato internazionale, finanziato dalla Commissione Europea all’interno del programma Erasmus+, finalizzato a migliorare le competenze dei giovani.

Lo SVE consente ai ragazzi di età compresa dai 18 ai 30 anni di trascorrere un periodo di massimo 12 mesi impegnandosi, senza alcuna retribuzione, in una organizzazione che si occupi di politiche per i giovani, sviluppo personale e socio-educativo, assistenza sociale, programmi di istruzione non formale e così via.

Locandina dell'evento

Locandina dell’evento

Il progetto, che ha riscosso notevole successo in Europa alla pari del tradizionale “Erasmus”, quest’anno compie 20 anni e, per la prima volta in Italia, ha avuto una scuola come ente di accoglienza. Da settembre, infatti, la scuola di primo grado “Battisti-Ferraris”, in partnership con l’Istituto “ITET Salvemini” di Molfetta e con il supporto dell’associazione InCo, ospita due giovani volontarie, Anna Königs e Birgit Tohvrel, provenienti rispettivamente dal Belgio e dall’Estonia, che, supportando le lezioni di lingua inglese, contribuiscono ad accrescere le competenze linguistiche degli studenti.

I risultati di questi primi mesi di attività saranno condivisi con il mondo scolastico, associativo ed istituzionale della comunità locale, martedì 13 dicembre alle ore 17:00, presso la Sala conferenze del Castello di Bisceglie.

L’evento sarà arricchito dalla testimonianza di insegnanti, presidi e degli stessi volontari che offriranno spunti e riflessioni per la futura partecipazione di tutti al nuovo programma Erasmus+ che include studio, volontariato, tirocinio e lavoro all’estero. Durate la conferenza interverranno i Dirigenti degli Istituti Partners del progetto, il Coordinatore, l’Agenzia Nazionale per i Giovani di Roma, l’Ufficio Scolastico Regionale e la Regione Puglia.

L’ingresso è libero e aperto a tutti.

 




Attualità // Scritto da Elisabetta De Mango // 7 dicembre 2016