A.A.A. ESTATE BISCEGLIESE CERCASI

Attualità // Scritto da Fabrizio Ardito // 6 luglio 2013

A.A.A. ESTATE BISCEGLIESE CERCASI


estate biscegliese 1

La campagna pubblicitaria dell’anno scorso in cui si abbandona il claim “Estate Biscegliese” (anche “BiscegliEstate”). Molti la deridevano per l’assonanza con dei prodotti farmaceutici.

“Cerco l’estate tutto l’anno e all’improvviso eccola qua!” cantava Adriano Celentano in Azzurro.

Ma a Bisceglie ci siamo fermati alle prime quattro parole: in effetti il cartellone dell’estate biscegliese non è ancora pronto (“Colpa delle tredici pugnalate” ripeterà qualcuno, storcendo il naso; “Colpa di un’Amministrazione incapace” dirà qualcun altro). Di sicuro sappiamo che sarà un’estate low-cost, con un budget ridotto per via delle ristrettezze economiche e per l’esplosione delle spese elettorali.

Ricordiamo che le richieste per aderire al cartellone dell’estate biscegliese sono scadute il 30 giugno scorso e che in questi giorni una “commissione di saggi” sta varando le istanze, decidendo di fatto chi rientrerà e chi resterà fuori dal palinsesto estivo.

Ricordiamo anche quali sono le voci in giro per la città: date le ristrettezze economiche, dovrebbero essere cancellati se non fortemente ridotti gli eventi più costosi.

Spiaggia di Bisceglie [foto di Giuseppe Rana]

Spiaggia di Bisceglie  [foto di Giuseppe Rana]

Dovrebbe essere confermato l’addio al Battiti Tour di Radionorba, per cui il Comune sborsava qualcosa come 80.000 euro; dovrebbe essere tra i no anche la Sagra delle Grotte di Santa Croce organizzata dal Gruppo Scout Bisceglie, per via del blocco imposto lo scorso luglio e ancora sotto lo studio di enti indipendenti. Tra i “forse sì, forse no” alcuni fanno rientrare la rassegna Libri nel Borgo Antico, spettacolare vetrina che attirava turisti da ogni parte della Regione e l’attenzione dei media e dei giornalisti di calibro nazionali.

La paura di molti è che quest’anno ci si riduca a tante piccole sagrette di paese, di cui tutti faremmo volentieri a meno in favore di eventi di elevato spessore storico, culturale e turistico.

Fabrizio Ardito

Chi è Fabrizio Ardito

Giornalista pubblicista dal 2012, è studente di Marketing e Comunicazione. E' l'ispiratore dello spazio web del giornale cartaceo (all'inizio per l'allora Diretta Nuova, ora Bisceglie in Diretta), di cui è stato responsabile. Tra i suoi interessi ci sono la Politica, la Comunicazione, la Statistica, l'Astronomia e l'Informatica. Attualmente è redattore di Bisceglie in Diretta.




Attualità // Scritto da Fabrizio Ardito // 6 luglio 2013
  • Carlo

    Invece di criticare, pensate a 80000 euro risparmiati per uno spettacolo di dubbio gusto, pensate a rendere bisceglie una città tranquilla e vivibile, invece di pensare al turismo e al turista come qualcuno con l’anello al naso che va in cerca di casino e musica per la strada. I turisti che vedo, finalmente, stranieri, non frega nulla del battiti live (frega se hai dai 15 anni in giù) o di strimpellatori quello non è turismo. Volete far turismo, rispettate e tenete pulito il mare, fate dei lidi attrezzati e rendete le spiagge pubbliche fruibili per tutti, create parcheggi, e fate un cartellone di livello solo per il mese di agosto, altro che Battiti live. Chi ha scritto l’articolo sa cos’è il turismo ho critica solo per partito preso?