300mila euro dal Mibact a Puglia Imperiale per l’itinerario che fa tappa anche a Bisceglie

Cultura / Economia // Scritto da Serena Ferrara // 22 gennaio 2017

300mila euro dal Mibact a Puglia Imperiale per l’itinerario che fa tappa anche a Bisceglie

Il “viaggio nelel terre di Federico” si ferma anche a Corato, Andria, Barletta, Canosa di Puglia, Margherita di Savoia, Minervino Murge, Ruvo, San Ferdinando, Spinazzola, Terlizzi, Trani e Trinitapoli

I 13 comuni dell’area ofantina, che comprende Bisceglie, Andria, Canosa di Puglia, Corato, Margherita di Savoia, Minervino Murge, Ruvo, San Ferdinando, Spinazzola, Terlizzi, Trani e Trinitapoli, ha appena ricevuto la notizia che il suo progetto “Piano di Azione e Coesione 2007-2013 – “Interventi per la valorizzazione delle aree di attrazione culturale – Linea di Azione 2: “Progettazione per la Cultura” Illuminiamo la Puglia Imperiale. Viaggio nelle terre di Federico II tra storia miti e leggende sarà finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo con 300.000 euro.

5° fra 59 progetti, di cui 19 ammessi a finanziamento a valere sul , il progetto ha visto insieme 13 Comuni dell’area “turisticamente rilevante”, il progetto dell’agenzia per il turismo del Patto Nord – Barese Ofantino ha superato la selezione del MibAct, ricevendo un contributo che andrà a coprire le ulteriori spese di progettazione che Puglia Imperiale dovrà sostenere per realizzare iniziative in favore del territorio.  Il budget complessivo degli interventi previsti è stimato in oltre 7,5 milioni di euro.

«Èla conferma del lavoro svolto in questi anni, un lavoro di rete fra i Comuni – spiega il sindaco del comune capofila (Corato), Massimo Mazzilli  – che con questo risultato hanno avuto la conferma di possedere tutti i requisiti, uno straordinario patrimonio storico e culturale ma soprattutto un enorme bagaglio di esperienza nel settore, per proporre e candidare la propria progettualità vedendola poi finanziata”.

Prossimo step, che si avvarrà di una cabina di regia unica e partecipata, la definizione degli interventi da svolgere al fine di realizzare gli obiettivi per cui il progetto è stato premiato.  Fra gli interventi previsti, la creazione di una rete integrata ed omogenea di servizi da fruire indifferentemente in tutti i siti e beni legati a Federico II; l’aumento della brand identity dell’area di “attrazione strategica” attraverso specifiche azioni sul senso di appartenenza delle comunità coinvolte; il miglioramento del posizionamento competitivo della destinazione e il suo inserimento nei circuiti turistici internazionali attraverso il potenziamento del cosiddetto “affetto territoriale” dei residenti.

 Per realizzare questi obiettivi saranno individuati i principali fabbisogni e le priorità d’intervento locale, individuando i beni e le attività da valorizzare, a partire da quelli che sono già stati oggetto di investimenti nei precedenti cicli di programmazione.

 Successivamente, di concerto con tutti i Comuni partecipanti e gli eventuali ulteriori partner di progetto, verrà messo a punto un pacchetto integrato di iniziative fattibili e coerenti con gli obiettivi di progetto e nel rispetto degli obiettivi posti dai programmi operativi della politica di coesione comunitaria, nazionale e regionale per il 2014-2020, sul quale si concentreranno le attività di progettazione per migliorare la fruizione del patrimonio dell’area e per una più agevole sostenibilità della gestione economica dei relativi servizi.

 

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Cultura / Economia // Scritto da Serena Ferrara // 22 gennaio 2017